Flowers from Vienna, il design al servizio di nuovi souvenir

Flowers From Vienna, la proposta di Ding3000 al concorso indetto dal Vienna Tourist Board per un nuovo souvenir per la capitale austriaca

di giulia


Il marketing territoriale passa anche dal design? Ma certamente, che domanda. Basterebbe pensare al grande classico in materia, quel logo di I♥NY che Milton Glaser disegnò pro-bono nel lontano 1977 e che, a distanza di decenni e a dispetto dei vari tentativi di “delegittimazione” o modifica, rimane l’icona simbolica per eccellenza della Grande Mela.

Venendo ai nostri giorni, uno sforzo in questa direzione l’ha compiuto il Vienna Tourist Board, bandendo un concorso ad invito per progettare un souvenir non polveroso che potesse comunicare in maniera tutta contemporanea l’immagine della città. A partecipare, una bella rosa di nomi tra i giovani designer europei: DING3000, Ioanna Vautrin, Big Game, Formafantasma, Hector Serrano e PearsonLloyd.

Un souvenir per Vienna: ci pensano i designer
Un souvenir per Vienna: ci pensano i designer
Un souvenir per Vienna: ci pensano i designer

Il progetto di cui vi parliamo è proprio quello dei designer tedeschi, già nominati pochi giorni fa sul nostro blog nell’intervista a Renato Preti. Ding3000, per intenderci, ha realizzato un inedito bouquet floreale in metallo pop-up. Al posto dei fiori, tutti i temi cari alla storia della città, dalla beneamata Sissi alla ruota del Prater.

Niente male, però anche i concept degli altri designer, che potete vedere su sito dell’agenzia per il turismo. C’è modo di dire la propria sulle proposte candidate? Assolutamente sì. Motivati anche dal fatto che in palio tra la giuria del pubblico c’è anche un weekend a Vienna (fino al 25 ottobre). Dove toccare con mano, magari, la forza degli stereotipi che ancora animano lo spirito della città.

Un souvenir per Vienna: ci pensano i designer

I Video di Pinkblog