riva%20ss2010_02.jpg

di Valentina Sansoni

Mimmo Rotella è l'artista pop che inventò il decollage: incollando sulla tela i manifesti strappati per strada, adottò il collage cubista contaminandolo con dadaismo e ready made.

Questa eredità pop viene catturata da Lorenzo Riva in occasione della settimana della moda milanese, all'ottavo piano del maestoso Hotel Exedra di Milano, grazie alla concessione della Fondazione Mimmo Rotella che ha concesso per l'occasione alcune opere da usare come stampe per i tessuti.

Così come il genio di Warhol si è visto sfilare sulla passerelle negli ultimi tempi, riscoperto e rivisitato in chiave fashion, così anche "Ercole" o "La statua della libertà" di Rotella rivivono su delicati jersey, in diverse declinazioni di colore.

In primis e soprattutto per la sera, appunto, Rotella. Stampe che ritornano a farsi ammirare impresse su una serie limitata di celebrity bags. Per tutto il resto moltissimo bianco: abiti, camicie, gonne in cotone goffrato, piquet e prezioso sangallo. Ma anche nero con variazioni cirè e combinazioni black and white.

E poi ancora pantaloni dalle grandi zip, tailleur con giacche dalle decorazioni o dagli inserti plissettati. Una spruzzata di femminile rosa e di toni del turchese, soprattutto per le grandi bags in versione degradè, e la donna primavera-estate 2010 di Riva è pronta per affrontare la stagione più gioiosa.

photo by Style.it

Iscriviti alla nostra newsletter
I video di Pinkblog Guarda di più
Altro su Attualità Leggi tutto