Eurovision 2017, a rischio l’organizzazione in Ucraina: “Problemi di budget e troppa disorganizzazione”

I vertici dell’Unione europea di radiodiffusione (UER) stanno valutando se spostare l’evento al di fuori dell’Ucraina.

La vittoria di Jamala all’edizione 2016 dell’Eurovision Song Contest ha decretato l’organizzazione dell’edizione 2017 in Ucraina, Paese originario della cantante di 1944, e ormai da mesi si sta lavorando per ospitare l’evento a Kiev nel maggio 2017.

A poco più di sei mesi dall’avvio di quella è la manifestazione europea più LGBT di sempre, si inizia a paventare la possibilità di spostare l’evento al di fuori dell’Ucraina. Il motivo è presto detto: l’organizzazione sarebbe indietro di qualche settimana rispetto alla tabella di marcia e si teme che la tv di stato ucraina, la Compagnia Televisiva Nazionale dell’Ucraina, non sia in grado di sostenere i costi dell’evento.

Il Paese ha già dovuto approvare delle misure speciali per trovare i fondi da destinare all’organizzazione dell’Eurovision Song Contest 2017, ma solo il mese scorso il direttore generale della NTU si è dimesso in segno di protesta con l’aumento di quelle spese. Il budget necessario per l’evento rischia di mettere a repentaglio il futuro della tv di stato.

Alla luce di questo e di altri problemi a livello organizzativo, sembra che i vertici dell’Unione europea di radiodiffusione (UER), produttrice dell’Eurovision, si siano incontrati per discutere di un possibile spostamento dell’edizione 2017 dell’evento al di fuori dell’Ucraina, in un Paese a scelta tra Russia, Germania, Svezia e Regno Unito.

Le voci stanno ormai iniziando a circolare e persino il Primo Ministro ucraino Volodymyr Groysman si è lamentato su Facebook contro l’indiscrezione che vorrebbe l’Eurovision Song Contest 2017 spostato in Russia, definendola come un’umiliazione che il Paese non sarebbe pronto a sopportare.

Nessuna decisione è stata ancora presa, ma sono già tante le persone che hanno già acquistato i biglietti e prenotato alberghi per poter assistere alle semifinali del 9 e dell’11 maggio e alla finale del 13 maggio.