Cari uomini, le bugie hanno le gambe corte



Sapete qual è l'errore più comune che una donna commette? Credere alle giustificazioni di un uomo caricandole di mille significati. E’ risaputo che tra uomo e donna chi “permette” di più è il gentil sesso. La maggior parte delle volte la donna preferisce illudersi piuttosto che guardare in faccia la realtà. Eppure, se ci pensiamo bene, le scuse maschili non brillano certo per originalità: sono sempre le stesse! C’è chi è fessa e chi è malfidata. La verità sta nel mezzo, come si suol dire, ma non è sempre fattibile, soprattutto quando il cuore è il punto più debole.

Una lucidità mai vacillante, sarebbe la soluzione ideale. Quella che ci permette di avere sempre chiara la situazione senza che i sentimenti la facciano da padrone. Insomma, dovremmo essere come gli uomini. Ma qualche piccola dritta salva-serenità/dignità per smascherare le scuse, esiste eccome.

Avevamo parlato del “Glossario maschile per capire quando una donna non piace abbastanza”, e sempre prendendo spunto dal libro che lo ha ispirato, “La verità è che non gli piaci abbastanza”, ecco a voi le "Dieci scuse più insulse di cui gli uomini sono capaci". Quelle che dovrebbero far risuonare qualche campanello d’allarme e, di conseguenza, farvi prendere le dovute distanze. Certo è che se si trattava solo di un falso allarme, lui non esiterà a dimostrarvi il suo interesse in ogni modo. Ed a quel punto, va da sé, che la situazione non lascerebbe spazio ad altro tipo di interpretazione.

1) “Non voglio rovinare la nostra amicizia
E’ una scusa colossale! Agli occhi di una donna, che si fa sempre mille problemi, potrà sembrare anche una frase saggia, ma non è così. Magari al primo incontro il colpo di fulmine non è scattato. Lo conosci, riuscite a costruire un buon feeling, arrivi a pensare che il rapporto potrebbe nascere sotto forma di amicizia. Ma ricordati che lui è un uomo. Impara a ragionare come lui: se fosse veramente attratto, ti cercherebbe in ogni modo possibile, non si farebbe tanti scrupoli e non riuscirebbe a tirarsi indietro. Se teme di perderti come amica, è perché ti vuole SOLO come amica.

2) “Chiamami tu
Diffida assolutamente! Se una donna piace veramente, l’uomo non le lascia mai il compito di contattarlo col rischio di perderla. Dopo una serata passata a parlare, raccontarvi, confidarvi, lui non ti ha chiesto il numero, ma alla fine ti ha lasciato il suo. Corteggiamento a metà. E’ l’uomo che si trincera dietro la scusa del non voler apparire invadente. Guarda in faccia la realtà: il suo comportamento dimostra che vederti o non vederti per lui non fa differenza.

3) “Sono appena uscito da una storia importante
Vi siete incontrati. Vi siete piaciuti. Tra di voi è nato qualcosa. Avete iniziato a frequentarvi ed è un idillio. Poi ad un certo punto noti uno strano rallentamento da parte sua. Una sospetta tristezza o forse una vaga nostalgia. Inizia ad accampare la scusa della stanchezza. Finché, invece, non si ricorda di dirvi la frase magica: “Sono appena uscito da una storia importante”. La sua frenata vuol dire solo una cosa sola: non è innamorato di te. Non ci tiene veramente a te e sta solo cercando un modo per divincolarsi dal rapporto, forse troppo serio/stretto per i suoi gusti, usando una tra le scuse più codarde. Se fosse innamorato, la storia precedente gli sembrerebbe anni luce distante e non permetterebbe assolutamente che il passato sia ancora presente.

4) “Ho paura di innamorarmi
Dolce, sensibile e premuroso. Quante ne ha passate tante! Soprattutto negli ultimi anni. Ha avuto amori difficili e di cui porta ancora le ferite. Poverino! Ma questo te lo racconta mentre con te porta avanti un tira-e-molla infinito. Rullo di tamburi, arriva la giustificazione: “Ho paura di innamorarmi”. Ma quale paura! Svegliati! Il suo unico terrore è che tu possa legarti a lui tanto da non permettergli più una via di fuga. Chi prova un sentimento forte come l’amore non lo teme, anzi fa di tutto per andargli incontro. Questa è una scusa con S maiuscola. L’amore non è un thriller o un film horror.

5) “Non sopporto le effusioni
E’ fantastico. Andate d’accordo. E’ divertente. Non litigate quasi mai. Eppure c’è un “ma”: a lui danno fastidio le effusioni. Ci pensi e ti chiedi anche: “forse non a tutti piace essere toccati, baciati e fare sesso”.
Che cosa?!? Questo è un campanello d’allarme bello e buono. Non fare finta che non sia importante. Una situazione non ha alcun diritto di passare per normalità, perché non esiste sulla faccia della Terra una persona a cui non piace farsi volere bene. Ora puoi fare due cose: capire se il problema riguarda te in particolare (cioè se sei troppo appiccicosa tu e non ti rendi conto dell’eccesso) oppure riconosci che lui non vuole contatto con te e puoi girare i tacchi e lasciarlo li senza pensarci due volte. Non avere la stessa visione della vita di coppia non vi rende compatibili. Una domanda: perché devi rinunciare ad una carezza, ad una coccola, ad un dolce bacio se per te sono emozioni pure? Se non trovi un perché, ti sei risposta da sola.

6) “Sono stanco, ho un sacco di cose per la testa
State insieme, ma da qualche tempo sembra che lui si dimentichi tutto. Ti senti trascurata. Non ti da più le attenzioni dell’inizio. Non si ricorda le promesse, non gli fa tanta differenza se qualche appuntamento salta. Si addormenta anche dopo 10 minuti di telefonata. Ti senti trasparente e confusa. Gli chiedi se c’è qualcosa che non va e la sua risposta è sempre la stessa: “Bene, non c’è niente che non va”. Alla fine però lui ti mette davanti la sua stanchezza ed i suoi impegni.
Ti sembra questa una scusa giusta per farti sentire in secondo piano o tappa buchi? No, affatto! Una persona che fa simili affermazioni non deve essere presa sul serio. Se provasse un sentimento sincero non potrebbe fare a meno di pensare a te, anche se si trovasse in un mare infinito di guai. Del resto gli uomini si vantano sempre di essere più concreti ed essenziali rispetto alle donne, pertanto se lui ti amasse davvero riuscirebbe a dimostrarti il suo sentimento anche con poco. Diciamolo chiaramente, quando due persone si amano trovano la strada di capirsi e comprendersi anche con poco.

7) “Cambierò
Quante volte gliel’hai sentito dire? Ogni volta arrivi fino all’apice della sopportazione. Discussioni a non finire. A quel punto lui tira fuori la parolina magica. Se proferire questa parola è diventata una consuetudine, se lui continua a pensare solo a sé stesso, se continua a dimostrarsi prepotente nel rapporto, l’unica soluzione è dimenticarti proprio di lui, dei suoi pregi e dei suoi difetti. Fatti solo una domanda: una persona così, ti rende felice? Chi non è in grado di farti stare bene, non ti ama veramente. Chi ti ama, fa di tutto perché tu non smetta mai di sorridere.

8) “Ti ho lasciato, ma mi manchi
Continua a chiamarti anche se ha deciso di rompere. Ha voglia di sentirti, di vederti. Qualche volta finite anche a letto insieme. Tutto ma da “ex”, e mentre lui non fa altro che ripeterti quanto gli manchi.
Scusa pericolosa perché illusoria. Ti chiama solo perché si sente solo. Non ha la benché minima intenzione di ricucire il vostro rapporto. Se speri in un dietro-front rischi di perderti in un’illusione senza fine. Se davvero ti vuole, se veramente vuole stare con te, non farebbe passare un giorno.

9) “Con l’altra è stato solo sesso
Inammissibile! Lui ti ha tradito e che tu lo abbia scoperto oppure l’abbia ammesso di sua spontanea volontà, dovrebbe farti riflettere. E’ assurdo appellarsi allo sbandamento senza importanza e/o alla scappatella che non ha lasciato tracce. In questo modo si crea il precedente per altre occasioni.
I tradimenti non capitano, si decidono! E’ gravissimo che lui ti abbia tradito nella consapevolezza di mettere a rischio il vostro rapporto. Tra fare sesso con la prima che capita e salvaguardare la vostra relazione, la scelta non sei stata tu.

10) “Non ti merito
Ha deciso di interrompere la vostra storia. All’improvviso non vuole più stare con te. Ti dice che sei meravigliosa, che non hai nulla che non va, che sei perfetta, che non sei sbagliata, che ti vuole bene. Alla fine ti svela il segreto del finish: “Non ti merito”.
E’ la regina delle scuse. Terribile! Nella migliore delle ipotesi, questa scusa scaturisce da un senso di colpa: non ti ama. Un uomo che si appella ad un complesso di inferiorità del genere, lo fa solo perché non ha il coraggio di dirti una spiacevole verità, cioè quella di non essere coinvolto. Non credere mai ad un atto di sincerità come questo, proprio perché sincerità vorrebbe altro. Nessuno rinuncerebbe mai alla donna che ama. Nemmeno a caro prezzo.

Via Style.it

  • shares
  • Mail