C’è proprio chi non “digerisce” il fatto di non poter fumare in aereo.
Pare sia proprio per questo motivo dell’aumento delle videoconferenze anche per incontri di lavoro ad altissimo livello.
Alexander Schoppman, 54 anni, tedesco di Dusseldorf, stanco di questa situazione, ha fondato una compagnia aerea per fumatori.
La flotta della Smintair, che sta per Smoker’s International Airways, dispone di due boeing 747 “modificati”, portando la capienza da 415 passeggeri a soli 138 per garantire il massimo lusso e comfort. Non c’è da meravigliarsi se le tariffe si aggirino sui 9 mila dollari per un volo Dusseldorf – Tokio.
Gli analisti sono scettici sulla riuscita dell’operazione, ma Schoppman continua nel suo progetto con la proverbiale caparbietà tedesca.
Via | Corriere.it

Iscriviti alla nostra newsletter
I video di Pinkblog Guarda di più
Altro su Viaggi Leggi tutto