La sfilata Prada per l’autunno inverno 2014-2015 al Milano Moda Donna

Le foto della collezione Prada per l’autunno inverno 2014-2015 presentata al Milano Moda Donna


Miuccia Prada non sbaglia mai, la sua è una moda intelligente, scaltra, furba e maliziosa, che va per la sua strada e se ne frega di tutto il resto, corre in testa e non si guarda indietro, non si ferma ad osservare chi gli passa affianco e cerca sempre nuove ispirazioni. La collezione Prada autunno inverno 2014-2015 è stata presentata ieri pomeriggio al Milano Moda Donna e stamattina nella mente di tutti non c’è che questa sfilata, questa ennesima provocazione, stavolta di stampo cinematografico.

Miuccia Prada lascia un po’ senza parole quando dice: “La cosa più importante, però, è che ogni volta intendo la mia moda come uno strumento per imparare", è questo che ci dice a fine sfilata e credo che ci sia molto da imparare da queste parole, ci si aspetterebbe che una stilista come Miuccia non abbia più niente da imparare e invece non è così… forse è proprio questa continua ricerca che le permette di ottenere un successo dietro l’altro.

Prada giacca viola

Prada autunno inverno 2014-2015
Prada per l’autunno inverno 2014-2015
La sfilata Prada
La sfilata Prada per l’autunno inverno 2014-2015
Prada giacca viola
Prada giacca gialla
Prada abito elegante
Prada abito chic
Prada cappotto
Prada tubino
Prada blazer
Prada pellicciA
Prada CAPPOTTO pelliccia
Prada look
Prada vestito
Prada collezione
Prada sfilata 2015
Prada sandali
Prada vestito viola
Prada cappottino
Prada scarpe
Prada tacchi
Prada blazer pelliccia
Prada sfilata
Prada look
Prada milano
Prada abiti trasparente
Prada sfilata 2015

La donna Prada per l’autunno inverno 2014-2015 è dura e spigolosa, ricca di contro sensi , tormentata e un po’ perversa, è una donna tutta d’un pezzo che non scende a compromessi e non vuole piacere, ma piacersi, essere libera e originale. Miuccia ci propone mise colorate e dalle nuance intense, cappotti dai toni acidi con inserti in pelliccia a contrasto, mise trasparenti abbinate a giacche oversize, stampe optical ma senza geometrie, scarpe con il tacco alto e senza regole, esattamente come gli abiti.

In merito a questa collezione Miuccia Prada ha dichiarato:

“Questa volta lo ammetto apertamente: in passerella c'è una maglia praticamente uguale rispetto a quella vista in Le lacrime amare di Petra Von Kant. Ma non si tratta, ovviamente, di una rielaborazione letterale. Non scambiatela per nostalgia, io detesto la nostalgia. In questo periodo, però, sto riguardando tutti i film di Rainer Werner Fassbinder. Lui, la cultura tedesca degli anni Settanta e la coreografa Pina Bausch sono stati per me un momento fondamentale della mia formazione. Oggi mi continuano a suggestionare, a ispirare per il mio lavoro di stilista".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail