Le filastrocche per la Festa del papà da recitare a babbo

Per festeggiare il papà esiste un modo molto tradizionale: recitare una bella filastrocca.

Sono diverse le filastrocche per la Festa del papà e sono molto divertenti da imparare a memoria. Giocare con le parole è un bel modo per intrattenere i bambini, ma anche per aiutarli a comprendere meglio certe festività. In questo caso, è un omaggio al babbo, che spesso è via per lavoro e nonostante la fatica è sempre pronto a regalare un sorriso al suo piccolo. Leggete insieme questi testi e sceglietene uno.

Famiglia con neonato

Serenata per papà
da “Guida Fabbri”

Un papà come ce l’ho io
non lo dico per vanità,
è un campione
per conto mio
è un campione di serie A!
Ma un papà come te non c’è,
dai due poli all’equatore
non si trova in tutto il mondo
un papà che assomiglia a te!

Ti Darei Gli Occhi Miei, Per Vedere Ciò Che Non Vedi.
di Renato Zero

Ti darei gli occhi miei,
per vedere ciò che non vedi.
L’energia, l’allegria,
per strapparti ancora sorrisi.
Dirti si, sempre si,
e riuscire a farti volare,
dove vuoi, dove sai,
senza più quei pesi sul cuore.
Nasconderti le nuvole,
quell’inverno che ti fa male.

Padre, Anche Se…
di Camillo Sbarbaro

Padre, se anche tu non fossi il mio
padre, se anche fossi a me un estraneo,
per te stesso, egualmente t'amerei.
Ché mi ricordo d'un mattin d'inverno
che la prima viola sull'opposto
muro scopristi dalla tua finestra
e ce ne desti la novella allegro.
Poi la scala di legno tolta in spalla
di casa uscisti e l'appoggiasti al muro.
Noi piccoli stavamo alla finestra.

E di quell' altra volta mi ricordo
che la sorella, mia piccola ancora,
per la casa inseguivi minacciando.
(la caparbia avea fatto non so che)
Ma raggiuntala che strillava forte
dalla paura, ti mancava il cuore:
che avevi visto te inseguir la tua
piccola figlia e, tutta spaventata,
tu vacillante l'attiravi al petto
e con carezze dentro le tue braccia
avviluppavi come per difenderla
da quel cattivo ch'era il tu di prima.

Padre, se anche tu non fossi il mio
padre, se anche fossi a me un estraneo,
fra tutti quanti gli uomini già tanto
pel tuo cuore fanciullo t’amerei.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail