Teoria dell’attaccamento: il pattern “Sicuro” – Parte III



I modelli di attaccamento sono considerati delle strategie di regolazione affettiva particolarmente efficaci in cui le emozioni assolvono la funzione di valutare contemporaneamente l’ambiente circostante, lo stato dell’organismo, la disponibilità delle figure di attaccamento e l’eventuale successo del comportamento di attaccamento nel mantenere un senso di sicurezza interno.

Il pattern “Sicuro” si situa al punto centrale di questo continuum, tra il modello distanziante e il modello preoccupato, proprio dove affetti e struttura coesistono in un equilibrio che si riflette nella coerenza e nella "veridicità" della narrazione e nella flessibilità e coesione delle strutture rappresentative.

In questo contesto sia il modello di sé che dell´altro è positivo. Basso evitamento, bassa ansia. Le caratteristiche principali sono: alta coerenza, alta fiducia in sé, approccio positivo agli altri, alta intimità nelle relazioni. Il modello positivo che l’individuo ha di sé, lo porta ad essere sicuro e ad avere grande fiducia in sé stesso. Davanti ai problemi, risponde in maniera flessibile fronteggiandoli attivamente ed attivando strategie di coping che includono il rivolgersi all´altro come fonte di supporto. Il modello positivo che ha dell´altro lo porta ad apprezzare gli altri, ed essere affabile ed affezionato nei loro confronti. In generale le persone sicure avranno sempre una relazione mutua con gli altri, dai quali generalmente vengono considerate tipi positivi.

Le relazioni di coppia “Sicura” sono caratterizzate da intimità, vicinanza, mutuo rispetto, coinvolgimento e apertura emotiva. Sono in grado di risolvere i conflitti col partner in maniera costruttiva.

Fonte: PsicoLab

  • shares
  • Mail