Gravidanza e calendario cinese, come scoprire se sarà maschio o femmina

Un antichissimo sistema per conoscere fin da subito il sesso del nascituro è consultare il calendario cinese. Vediamo come funziona!

Siete in dolce attesa, magari del vostro primo figlio, e non vedete l'ora di sapere se darete alla luce una bambina o un bel maschietto? Si tratta di una curiosità più che legittima, che ogni futura mamma e ogni futuro papà provano non appena sanno di stare per diventare genitori.

La domanda risulta ancora più cruciale quando si abbiano già dei figli di un solo sesso, e magari si vorrebbe finalmente equilibrare la famiglia mettendo al mondo un bimbo del genere opposto. Insomma, quale mamma, dopo tre figli maschi, non agognerebbe stringere un tenero fagottino "rosa" tra le braccia, e viceversa?
Calendario-cinese

Per conoscere il sesso del nascituro non bisogna poi attendere tanto, di solito alla seconda ecografia, intorno al quarto mese, si può svelare il mistero. Ma perché questo avvenga è necessario che il feto sia "collaborativo", ovvero si ponga a beneficio ecografico nella posizione giusta. Diversamente si deve attendere anche fino al quinto mese.

Ci sono, però, una serie di sistemi empirici per indovinare se avremo un maschietto o una femminuccia, uno dei quali legato alla forma della pancia materna (più rotonda per le femminucce, più "a punta" per i maschi). Ma forse il sistema più sicuro (dicono fino al 90%), per conoscere fin da subito il sesso del proprio bambino, è quello di andare a controllare sul calendario cinese, di cui vi forniamo un bel prospetto.

Questo calendario è davvero antico, pensate che venne messo a punto da alcuni scienziati quasi 800 anni fa, e che è stato ritrovato in una tomba nei pressi di Pechino. Il metodo è abbastanza semplice, in pratica si mettono in relazione, secondo lo schema che potete controllare voi stessi, l'età della madre con il mese in cui è avvenuto il concepimento. Date un'occhiata al nostro modello, è in inglese ma basta basarvi sul colore - rosa o celeste - delle caselline. Non vi resta che provare...

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail