La ricetta della maionese vegana, buona e leggera

La maionese è una salsa ricca comunemente usata per condire i cibi. Ma oltre ad essere molto ricca in lipidi è anche non adatta a chi non mangia proteine animali. Vediamo quindi come prepararne una buonissima e completamente vegana.

La maionese è una delle salse più conosciute e amate dalle cucine di ogni parte del mondo, che la usano sia al naturale per insaporire i piatti rustici sia rivisitata per portate più chic. Tuttavia, si tratta di un prodotto molto ricco in grassi, in quanto la ricetta originale è interamente a base di uova e per tale ragione è decisamente off limits per chi predilige una dieta povera in lipidi o non consuma proteine animali. Per non rinunciare al suo gusto ricco e vellutato Pinkblog oggi suggerisce alle sue lettrici la variante vegana, buona e leggera.

Per circa 500ml di prodotto serviranno: 230gr di olio di semi di girasole (in alternativa olio di canola o se volete un gusto più deciso olio d'oliva), 120gr di latte di soia non dolcificato, 2 cucchiai di succo di limone (oppure 1 cucchiaio di succo di limone più 1 cucchiaio di aceto di vino bianco), 1 cucchiaino di senape, 1 pizzico di sale.

Maionese_vegana_ricetta

Mettete tutti gli ingredienti tranne sale, succo di limone e/o aceto nel mixer o nel frullatore e fate andare il macchinario fino a che il composto non diventa liscio e omogeneo. Con l'elettrodomestico ancora in funzione aggiungete a filo anche gli ingredienti acidi e lasciate amalgamare bene la maionese. Quando la salsa avrà raggiunto la cremosità desiderata aggiustate di sale e infine travasate in un vasetto di vetro sterilizzato per la conservazione.

Il prodotto prima di essere utilizzato va lasciato un paio di ore in frigo a rassettare, in questo modo sarà più denso e facile da usare per alcune ricette. Se mantenuta a temperatura fredda costante (circa 3-4° C) la maionese può essere conservata per circa 5 giorni/1 settimana senza alterarsi. Ovviamente con i primi caldi è più facile che i tempi di conservazione si accorcino, quindi fate attenzione all'odore all'apertura del barattolo, se è più pungente del solito è arrivato il momento di disfarsene.

Foto | da Flickr di Stacey Spensley

  • shares
  • Mail