Primo appuntamento con un ragazzo: cosa dire e come comportarsi

Dopo giorni o settimane di sguardi fugaci e parole rubate, finalmente è arrivato il fatidico giorno. E’ il primo appuntamento e siamo molto emozionate. La domanda che ci attanaglia il cervello, almeno quel giorno, è: come mi devo comportare? A chi non è mai capitato di essere invasa da mille dubbi, come se tutto d’un tratto ci potessimo dimenticare come si esce con qualcuno?

Non fatevi prendere dall'ansia. Organizzatevi per prepararvi e farvi belle per la serata che vi aspetta. Non occorrono colpi di scena e fuochi d'artificio, ricordatevi sempre che l'unica cosa che dovete mostrargli è la meraviglia che siete.

Dopo aver fatto un piccolo sondaggio, ecco un piccolo aiuto e qualche dritta per tutte le nostre lettrici nel caos del primo appuntamento.


    Preparatevi soprattutto mentalmente e l'abbigliamento non deve mai essere sopra le righe, volgare o inadeguato al posto dove andrete.


    Non siate puntuali, prendetevi una manciata di minuti in più (non andate oltre i dieci) per arrivare con tutta calma e rilassarvi camminando.


    Non prendetevi troppo sul serio, anche se il primo appuntamento spesso procura un po’ di imbarazzo e ansia.


    Comportamento: mai in maniera affezionata. Non serve a nulla. Siate voi stesse, spontanee e rilassate. Sfruttate umorismo e simpatia, anche nei momenti di forte imbarazzo.


    Prestate attenzione a ciò che racconta di sé stesso e pretendetene altrettanta. Lui non è più importante di voi.


    Siate indipendenti sin da subito, anche se pensate di aver incontrato l’uomo dei vostri sogni. Evitate di lanciarvi in mille progetti e frenate i pensieri più rosei. Vivete nella realtà, ovvero godetevi la situazione, quello che state facendo in un preciso momento e domani si vedrà. Ma non è oggi il tempo giusto per pensarci.


    Rimanete vaghe e misteriose sul vostro interesse. Non scopritevi subito, ma soprattutto non spaventatelo raccontandogli per filo e per segno tutto ciò che provate. Seguite la regola de “il silenzio è d’oro”.


    Non parlate degli ex e non chiedete delle ex. Se è poi lui a farlo, a raccontare della sua storia passata, alziamo bene le antenne e rimaniamo in ascolto, perché potremmo scoprire in men che non si dica se questo fantomatico principe azzurro vuole solo un’amica con cui confidarsi o, invece, prova ad aprirsi a noi per farsi avvicinare.


    Non lo tempestate di messaggini subito dopo avervi salutato. Dà un senso di soffocazione ed emotività. Se, invece, un messaggio arriva da lui: sfruttando l’unico che avete in canna per la buonanotte, scegliete bene le parole con cui salutarlo, tenendo in considerazione i consigli appena dati.
  • shares
  • Mail