La classifica delle canzoni per bambini da ascoltare almeno una volta nella vita

Siamo onesti, avere a che fare coi piccoli, fa regredire positivamente anche noi! Quando figli, nipoti, bambini di amici entrano nella nostra schematica vita e ce la colorano, anche per le poche ore di un baby sitteraggio, il nostro umore cambia e ci sentiamo più freschi e giovani dentro. Magari ricordiamo anche quelle dolci filastrocche o quelle ritmate canzoncine con cui la mamma ci convinceva a mangiare la pappa. E ci scappa un mezzo sorriso.

Pinkblog oggi scava nei ricordi di infanzia delle varie generazioni e tira fuori la sua personale classifica delle canzoni per bambini da ascoltare almeno una volta nella vita, rigorosamente ex aequo. Per ricordarci dei bei tempi che furono, per intenerirci un po' il cuore, come una caramella mou e per darci qualche simpatico spunto da riproporre ai cuccioli, nostri o affidatici, per cantare insieme in allegria e far passare il tempo. Tutti pronti?


  • Il coccodrillo come fa - Da quando è uscita, nel lontano 1993, è stata una vera e propria coccodrillo mania! Orecchiabile, coreografabile e divertentissima. Una delle canzoncine più belle da suonare e cantare alle festicciole per bambini, per farli scatenare insieme ai grandi, nel trascinante balletto del simpatico lucertolone verde.

  • Il valzer del moscerino - Forse ricorderete l'adorabile versione cantata da Topo Gigio di questa tenera canzoncina. Un ullallà che mette di buonumore i bambini di tutte le età e fa ballare tutta la famiglia. Introvabili ma non troppo, i vinili formato 48 giri, un po' gracchianti e bellissimi per questo. Per ricordarsi dei sorrisoni del passato e godere di quelli del presente, dipinti sul volto dei fanciulli di casa.

  • Le tagliatelle di nonna Pina - Altro tormentone da Zecchino D'Oro, divenuto famoso grazie al programma di cucina di Antonella Clerici. Uno dei momenti televisivi più seguiti dai bambini era proprio l'angolo del balletto con questa canzoncina come base. Un motivetto che resta fisso nel cervello e che si lascia canticchiare in auto, durante la spesa e quando meno te lo aspetti. E per questo, da maneggiare con cura!

  • Le cicale - E in verità tutto Disco Bambina di Heather Parisi, l'american girl più italiana che ci sia, sta di diritto nella top ten delle canzoni per under 12 più belle di sempre! Ha fatto impazzire tutta la generazione 80 (me compresa) con colori, movenze, urletti simpatici e le sue irresistibili coreografie, tanto che ancora adesso riesce difficile non muovere a tempo le spalle quando sentiamo che delle cicale ci cale ci cale ci cale. Se vi state chiedendo se i vostri figli vi prenderanno in giro una volta cresciuti, ricordando le vostre versioni della canzone, la risposta è si. Ma vi importa poi davvero?

  • Ci vuole un fiore - Liriche di Gianni Rodari e musiche di Bacalov ed Endrigo, per una canzone dolcissima, ecologica e istruttiva. Da ascoltare e dedicare a tutti i fiorellini della nostra vita, battendo le mani, danzando a piedi nudi sul pavimento, addormentandosi accoccolati sul divano, davanti ai cartoni animati.

  • La casa - Ancora Sergio Endrigo in classifica, con la sua casa molto carina, senza soffitto e senza cucina. Una divertente filastrocca resa canzoncina, stile carillon. E non sarà bellissimo vedere le faccine stupite dei bimbi, quando ascolteranno che non si poteva far la pipì perché non c'era vasino lì? Esattamente come le nostre, a sentire le stesse frasi. Per i bambini di tutti i tempi, che almeno una volta nella vita hanno desiderato visitare via dei matti numero zero.

  • Nella vecchia fattoria - Proprio non poteva mancare lei, lo zio Tobia e tutti i suoi simpatici e chiassosi animali. Forse ci sentiamo di darle un primo posto, perché resiste negli anni, fra le canzoni per bambini più cantate di sempre. Didascalica, attraverso l'uso sapiente delle onomatopee e divertente, perché esige un botta e risposta fra chi canta e chi ascolta, che risponde abbaiando, miagolando e nitrendo. Intramontabile, come i sorrisi che strappa, ai cuccioli di ogni generazione.

E voi pinkolettrici, a quali canzoni dell'infanzia siete affezionate? Meglio gli evergreen o i vari successi di Cristina D'Avena? Dateci i vostri pareri.

Foto | TM News

  • shares
  • Mail