Thomas Beatie: è nata la bambina del primo uomo incinto

Tutto il mondo aspettava la notizia. Era solo questione di ore. E ieri l'Abc ha reso noto la felice novella: Tracy Lagondino - oggi Thomas Beatie - ha dato alla luce una bambina. Il paradosso dei paradossi è diventato realtà: il primo uomo incinto ha partorito. "È molto carina, molto bella", ha commentato - dopo il lieto evento - guardando quel frugoletto che ora passerà alla storia, e non solo quella della medicina.

Le fotografie del mammo incinto e con la barba, dell'ex-donna transgender, rimbalzarono in ogni angolo del globo circa quattro mesi fa. Beatie, 34 anni, 10 anni fa cambiò sesso sottoponendosi a terapie a base di testosterone e ad un intervento per l’asportazione del seno, ma conservò l'apparato riproduttivo femminile.

Insieme alla sua compagna Nancy, 45 anni, sterile a causa di una malattia sopraggiunta qualche anno fa, non ne ha voluto sapere di adozione, e così hanno scelto l’inseminazione artificiale, "modello fai-da-te nel Paese in cui tutto è possibile": è bastato un donatore del seme (nessuna clinica li ha voluti seguire) e una siringa da veterinario (di quelle che si usano per nutrire gli uccellini abbandonati dalla mamma). La forza di volontà, la voglia di diventare "mammo" ad ogni costo, il coraggio di andare contro i tempi... e natura, hanno fatto il resto. "Desiderare un bambino non è una prerogativa femminile. E' l'amore che fa la famiglia", disse l'ex-donna quando sconvolse il mondo intero.

Gli auguri sono d'obbligo, per tanti motivi, non solo per la nascita, non solo ai neo-genitori, ma soprattutto alla creatura appena nata, innocente inconsapevole di una vita eccezionale che l'attende, e dello sguardo che l'umanità avrà su di lei.

  • shares
  • Mail