Alcune cose che odio delle donne: la tristezza della dieta perenne

So che oggi mi farò odiare. Perchè tocco un tasto dolente per molte di noi: la dieta e l'aspetto fisico. Si vede che questa settimana mi prende così, sarà l'estate, sarà l'orgia di pubblicità di miracolosi prodotti di bellezza, sarà il sole che picchia forte sulle teste e ci rende tutte un tantino nevrotiche e fissate sulla nostra forma fisica. Fatto sta che mi sono un pò rotta di sentir sempre parlare di diete e di cuscinetti adiposi, di ascoltare sempre la stessa nenia sul "dramma" delle giovani (e meno giovani) donne, condannate ad un esistenza di cellulitica infelicità. Ma non hanno altri problemi nella loro vita?

Io non dico che ciascuna non possa fare come più gli aggrada, anche lo sciopero della fame se vuole, o accreditare direttamente il proprio stipendio alle case farmaceutiche che producono la crema dei miracoli contro l'adipe, quello che mi piacerebbe è che la gente si fissasse di meno e trovasse altri argomenti di conversazione.

Ci sono quelle che quando si va a cena fuori o anche solo a bere qualcosa, si crocifiggono pubblicamente per ogni caloria in eccesso introdotta nel loro organismo. Quelle che mentre affondano il cucchiaino nel dolce non fanno altro che parlare della palestra dove il giorno dopo si iscriveranno per espiare ogni peccato e intanto fanno passare l'appetito anche a te. Quelle che ti invitano a cena e mentre ti riempiono il piatto di bucatini all'amatriciana, nel loro ci mettono 4 foglie di lattughina e a te sembra di essere una betoniera. Quelle che nello spogliatoio della palestra si piazzano col deretano davanti allo specchio e ti chiedono se la nuova crema anticellulite/snellente/tonificante/drenante/rassodante, da tre mila dollari comprata in profumeria/gioielleria sta funzionando. Insomma quelle per cui la dieta e la forma fisica è una vera ossessione.

Chi è senza peccato scagli la prima pietra: chi di noi non è attenta alla linea, all'aspetto fisico, ad apparire al meglio? Non sia mai che la donna perda quel giusto tocco di vanità che fino a ieri la contraddistingueva rispetto al maschio (ora non ne sono più così certa)...ma quando la vanità t'ha toccato il cervello questo potrebbe rappresentare un problema. Per gli altri.

Non vi è mai capitato di assistere ad uscite e cene di gruppo in cui c'è la ragazza a stecchetto che, oltre a non toccare praticamente cibo, mette a parte il mondo circostante dei suoi sforzi per perdere quel rotolino posizionato lì, di quanto ha speso per comprare l'ultimo ritrovato in fatto di sciogli-grassi? Facendo un rapido calcolo di quanto si spende in creme di bellezza (inutili a giudicare dai risultati), credo che si possa probabilmente ripianare il debito dei Paesi del cosiddetto Terzo Mondo!

  • shares
  • Mail