La ricetta del tronchetto della felicità da fare in casa

Il tronchetto della felicità è tra i dolci certamente più conosciuti, amati, golosi ma che in molti non si azzardano a preparare in casa perché temono la difficoltà della ricetta e non sono sicuri che il risultato possa essere paragonabile a quello che si otterrebbe acquistandolo in pasticceria.

Oggi, però, proviamo a darvi una ricetta per prepararlo a casa, sicuri che con un impegno minimo e un po' di dedizione, anche voi riuscirete ad avere ottimi risultati. Certo, questo non è sicuramente il periodo più adatto per gustarlo, ma nulla vi impedisce di conservare la ricetta e aspettare temperature meno calde per mettere in pratica la vostra capacità culinaria.

Per chi non ne fosse a conoscenza, vi diciamo che il tronchetto della felicità, altresì chiamato il tronchetto di Natale (Bûche de Noël), è un dolce tipico della tradizione natalizia francese, che riprende nella forma, il ceppo di legno, simbolo Natalizio di numerosi paesi del Nord Europa; il ceppo veniva estratto dalla parte più grossa dell’albero e conservato nella legnaia in attesa della vigilia di Natale, momento in cui veniva posto nel camino dal capofamiglia con la funzione di riscaldare simbolicamente il bambin Gesù.

Il ceppo doveva ardere fino a Capodanno, per questo motivo generalmente si estraeva da alberi da frutto come la quercia o il castagno, che assicuravano una lenta combustione; l’intera tradizione, affonda le sue origini nell’antica usanza pagana di propiziare, attraverso questo rito, la fertilità di tutti gli alberi fruttiferi: con le ceneri ormai arse del ceppo, durante l’anno si compivano riti propiziatori atti a proteggere il raccolto e la famiglia dalle negatività.

Ingredienti per 6-8 persone:

    4 uova
    6 cucchiai di zucchero semolato
    8 cucchiai rasi di farina
    4 cucchiai rasi di cacao in polvere
    350 ml di panna fresca
    4 cucchiai di zucchero a velo
    150 grammi di cioccolato
    codette dorate per guarnire

Preparazione:

Preriscaldare il forno a 200° e ricoprire la teglia del forno con carta da forno. Lavorare uova e zucchero semolato in una ciotola, e posizionare successivamente su una pentola di acqua giunta ad ebollizione (la ciotola non deve toccare l'acqua) e tolta dal fuoco e lavorare quindi con le fruste elettriche per 6 minuti, fino a che non ha raddoppiato il volume e non è ben gonfio.

Togliere la ciotola dalla pentola, e continuare a lavorare con le fruste fino a che il composto non raffredda.
Aggiungere la farina e il cacao setacciati mescolando molto delicatamente con un cucchiaio metallico dall'alto verso il basso, evitando di sgonfiare troppo il composto.

Versare l'impasto sulla teglia foderata, livellare con una spatola il composto e mettere in forno per 5-6 minuti, finché non risulterà spugnoso al tatto, quindi togliere la teglia e mettere con attenzione la carta da forno su una gratella (va bene anche la grata del forno messa al contrario sullo sgocciolatoio) in modo che raffreddi bene, rifilare con un coltello i bordi bruciacchiati e tenerli da parte.
Montare 200 ml di panna con lo zucchero a velo, e spalmarla sul pan di spagna raffreddato, utilizzare 50 grammi di cioccolato per grattugiarlo sopra e aiutandosi con la stessa carta da forno arrotolare su se stesso il pan di spagna, facendo molta attenzione.

Posare il rotolo così ottenuto su un piatto da portata con la parte a chiudere verso il basso, tagliare una piccola parte in diagonale e posizionarla come un ramo su un lato del rotolo.
In un pentolino messo a bagnomaria sciogliere il cioccolato rimasto, e prima che si raffreddi del tutto mescolare con i 150 ml di panna avanzati. Mescolare per un po' fino a che non si fredda, e versare con attenzione sul rotolo, stendendo bene aiutandosi con una spatola o un cucchiaio.
Usare i bordi del pan di spagna per fare i rametti, spolverare di zucchero a velo, usare le codette dorate per decorare e mettere in frigo fino al momento di servire.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail