Cosa mettere in valigia per il parto e quanto tempo prima prepararla

valigia-per-il-parto

La valigia per il parto è l'ultimo passo che ogni futura mamma deve affrontare prima del lieto evento. L'ideale sarebbe prepararla a partire dall'ottavo mese, perché le ultime ore della gravidanza sono le più frenetiche e non si ha di certo il tempo per pensare alla valigia. Un consiglio che può risultare utile è quello di sapere quanto spazio si avrà a disposizione in ospedale: meglio chiedere informazioni o fare direttamente un sopralluogo delle stanze di degenza.

Cosa non dimenticare: cartella clinica ostetrica contenente tutti gli esami e le ecografie eseguite durante la gravidanza, la tessera sanitaria, un documento in corso di validità, due o tre camicie da notte aperte davanti (comode per l'allattamento), golfino se siete tipi freddolosi (ma considerate che nella maggior parte degli ospedali le temperature sono elevate). Non dovrebbe mancare nemmeno il reggiseno per l'allattamento, le coppette assorbilatte, una pancera e gli assorbenti post-parto.

Ovviamente non potranno mancare i prodotti per l'igiene e la cura personale, come un detergente intimo specifico o l'olio di mandorle per idratare il seno, salviette. Per il nascituro occorreranno almeno 4 o 5 tutine in cotone a manica lunga, body in cotone, bavaglini, babbucce o calzini di cotone; cappello, giacca, sciarpa in inverno per le dimissioni, ciucci, spazzola per bimbi e pannolini. In caso di dubbi mettere un paio di capi o prodotti in più, non rischierete di dimenticare nulla.

Foto | TM News

  • shares
  • Mail