Seoul Fashion Week: sfila il womenswear di Nuna, Tsolo Munkh, Imseonoc, Kaal E. Suktae e Park Choon Moo

Si chiude la Seoul Fashion Week e sul blog WhyModa il nostro inviato Gabriele Gattozzi oggi ci segnala due interessanti fashion designer: Yunjung Kim con il brand Nuna e la designer mongola Tsolmandakh Munkhuu, che ha reso meno impronunciabile il suo brand semplificandolo in Tsolo Munkh. Qui il link per leggere il post e per vedere

Si chiude la Seoul Fashion Week e sul blog WhyModa il nostro inviato Gabriele Gattozzi oggi ci segnala due interessanti fashion designer: Yunjung Kim con il brand Nuna e la designer mongola Tsolmandakh Munkhuu, che ha reso meno impronunciabile il suo brand semplificandolo in Tsolo Munkh. Qui il link per leggere il post e per vedere la fotogallery della sfilata su WhyModa.

Nell’ultimo giorno di sfilate, vi segnalimo anche Imseonoc, che ha ideato una collezione composta da pezzi in leggerissimo jersey di cotone con patchwork in nylon trasperente. Molto interessante anche la collezione presentata da Kaal E. Suktae, un vero e proprio architetto della moda, che per questa edizione ha immaginato un guardaroba da science fiction con patchwork geometrici in tessuti naturali (seta e cotone), sintetici e pelle. Si chiude in bellezza con la designer Park Choon Moo e il suo brand omonimo. I suoi fashion show sono sempre stati caratterizzati da una sostanziosa dose di poesia. Qui il link per leggere il post su WhyModa!

I Video di Pinkblog