Come curare il rosmarino in vaso da tenere sul balcone


Il rosmarino è forse la pianta aromatica più comune, insieme alla salvia, e si presta benissimo a essere coltivata sul balcone di casa, perché ha bisogno di pochissime cure e soprattutto resiste molto bene agli sbalzi termici. Se state quindi pensando di creare un angolo degli odori, il rosmarino non deve mancare… tra l’altro, fa un fiore davvero delizioso.

Per assicurare lunga vita alla propria piantina è necessario accoglierlo in un vaso grande e possibilmente in terracotta. Normalmente, quando si portano a casa dalle serre, sono in piccoli vasi di plastica. È importante quindi trapiantarla subito e metterci del terriccio universale. Dove posizionare il rosmarino sul terrazzo?

La risposta è una sola: al sole. Questa pianta ama la luce diretta e quindi ha bisogno di tanto sole e possibilmente anche di caldo. Non vi preoccupate dell’inverno. Per essere sicuri che la vostra pianta resista anche al clima più rigido non dovete far altro che coprirla. In che modo? Usate un telo. Lo appoggiate proprio alla base della pianta, per proteggere le radici. E poi mettete il vaso in una zona riparata, soprattutto dal vento. Tenete conto che la pianta va in sofferenza sotto i 10 gradi.

Ha bisogno di molta acqua? Deve essere innaffiata regolarmente tutto l’anno. In estate una volta al giorno, se non fa molto caldo è sufficiente tre volte la settimana. In inverno, nel periodo delle gelate, invece, sospendete l’acqua. Non richiede, inoltre, concimazioni particolari, ma una volta l’anno si consiglia un po’ di fertilizzante.

Foto| Flickr

  • shares
  • Mail