Alluce valgo, i rimedi della nonna per non ricorrere subito all'intervento


L’alluce valgo è un problema per moltissime donne, soprattutto con l’arrivo dell’autunno. Salutata l’estate e salutate le scarpe aperte, si torna a dover costringere il proprio piede dentro a fastidiose calzature fascianti. Purtroppo con alluce valgo s’indica una dolorosa deformazione del primo dito del piede e della sua articolazione che tende a sporgere significativamente verso l’esterno.

Come superare il problema? Prima di tutto se il difetto non è molto accentuato e non impedisce la deambulazione, si deve semplicemente stare attenti a comprare delle scarpe comode, possibilmente con la pianta del piede ampia. Evitate i tacchi troppo alti o comunque quelle calzature che vi obbligano ad assumere una posizione troppo inarcata e a spingere sulle dita dei piedi. Il tacco non deve mai superare i 4 cm.

Questa precauzione non solo vi eviterà delle faticacce inutili, ma anche di peggiore la vostra situazione. La sera fate dei lunghi pediluvi defaticanti, magari aggiungendo dell’olio essenziale alla lavanda. Non è una tecnica risolutiva, ma vi aiuterà a sentirvi meglio. Poi fate dei lunghi massaggi con una crema idratante.

In casa, camminate scalze, con le calzine antiscivolo o mettete delle pantofole molto comode. Se il dolore persiste, andate dal medico perché potreste avere bisogno di una cura farmacologica. Se invece la deformazione è tale da rendervi difficile la deambulazione, la soluzione si chiama intervento chirurgico. Ci sono delle nuove tecniche molto efficaci, ma sarà il medico a darvi tutte le indicazioni.

Foto| Flickr

  • shares
  • Mail