Gianna Nannini, la famiglia e l’amore senza distinzione di sesso

Patrizia De Rossi in “Gianna Nannini. Fiore di ninfea” pone l’accento anche sull’intensità con la quale l’artista toscana vive l’amore, indipendentemente dal sesso.

di robo

Non credo sia necessario avere per forza una famiglia “normale”, i ruoli padre-madre non sono così vincolanti: è necessario che nella famiglia ci sia molto amore.

È una delle tante belle affermazioni di Gianna Nannini di cui è disseminata la sua biografia scritta da Patrizia De Rossi e pubblicata da Arcana edizioni con il suggestivo titolo: Gianna Nannini. Fiore di ninfea. Ho trovato il libro di Patrizia De Rossi molto interessante perché racconta Gianna Nannini attraverso Gianna Nannini: l’autrice, infatti, ci presenta la donna e l’artista intrecciando brani delle sue opere con la narrazione di eventi della vita di Gianna Nannini, così come anche contestualizzando la nascita di questa o quella canzone.

Patrizia De Rossi, Gianna Nannini. Fiore di ninfeaNaturalmente si parla in lungo e in largo di Penelope, la figlia di Gianna Nannini, e del clamore che fece qualche tempo fa quando Gianna Nannini dichiarò di essere incinta e apparve sulla copertina di Vanity Fair con il pancione e una maglietta con su scritto God is a woman.

Al centro di Gianna Nannini. Fiore di ninfea c’è la dirompente forza dell’amore che va contro le convenzioni a cui troppo spesso la società vorrebbe ridurlo:

Sono battagliera, contro guerre e sessismi. L’amore per una donna o un uomo è l’incontro di tra libertà. Le catalogazioni non mi appartengono, amare è andare oltre.

Belle, secondo me, le parole di Gianna Nannini su quello che sarà il suo destino:

Ho sempre desiderato il grande amore, dei sentimenti molto grandi. Questo perché nella realtà si trovano molto raramente, e questo desiderio di grandi sentimenti si ritrova nei miei testi. Ci sono persone che dicono che non vivo certi sentimenti perché sono bisessuale. È assurdo! Io non sono divisa per ciò che riguarda la mia sessualità, ma sono comunque una personalità divisa. Ci sono due donne che si nascondono in me: la Gianna della notte, piena di sentimenti e sensuale, e la Gianna del giorno, razionale, attenta e sensibile. Io devo ancora trovare il partner per la vita – ed è indifferente di quale sesso sia – se appunto il mio spirito e il mio corpo sono una cosa sola. Fino a che, appunto, questo mi potrà piacere. Sì, questo sarà il mio destino.

Il libro, come si comprenderà, non parla solo di questi aspetti della vita della cantante, ed è una biografia a tutto tondo di Gianna Nannini. Si tratta di una lettura interessante sia per le fan e i fan di Nannini che per quanti sono interessati a guardare la vita senza paraocchi.

Patrizia De Rossi
Gianna Nannini. Fiore di ninfea
Arcana, 2012
pp. 190, euro 16