I cartoni Disney che tutti dovrebbero vedere almeno una volta nella vita


I cartoni Disney non sono film solo per bambini, ma anche per adulti. A volte hanno delle sfumature così delicate che fanno sicuramente riflettere di più mamma e papà del piccolo? Ma quali sono quei cartoon che almeno una volta nella vita andrebbero visti? Oggi torniamo un po’ indietro nel tempo, ma sarà un viaggio divertente, pieno di personaggi che hanno animato (nel vero senso della parola) la nostra infanzia.

Chi non si è commosso davanti alla grande storia d’amore di Lilli e il Vagabondo (1955)? Il tema della diversità è centrale e potrebbe essere sfruttato anche per i piccoli di oggi. Bellissimi anche gli Aristogatti (1970), Biancaneve (1937), La bella addormentata nel bosco (1959), Robin Hood (1973) e ovviamente Cenerentola (1950). Sono sicuramente i classici più famosi.

Più contemporanei, ma di uguale successo sono la magica storia de Il Re Leone (1994), La Bella e la Bestia (1991) e La Sirenetta (1989). Questa piccola sirena che decide di rinunciare alla sua voce, ma anche al suo mondo, per avere le gambe e poter conquistare il suo principe azzurro è struggente e come sempre i personaggi e le canzoni che accompagnano il protagonista sono esilaranti.

I titoli per la propria collezione sono davvero tanti. Non perdetevi Bambi (1942), Le Avventure di Winnie the Pooh (1977), Alice nel paese delle meraviglie (1951), Bianca e Berni, di cui c’è anche il seguito ambientato nella terra dei canguri. Un cartone meraviglioso, forse il più straordinario della Disney, inoltre, è Fantasia (1940). Infine, per venire agli ultimi anni, si consigliano La principessa e il ranocchio (2009), Winnie the Pooh (2011) e la storia del piccolo topino cuoco Ratatouille (2007).

  • shares
  • Mail