La dieta dell'uva per dimagrire in modo sano e senza squilibri alimentari

Da agosto a ottobre inoltrato, l'uva è la frutta di stagione per eccellenza, oltre ad essere buona porta benifici a pelle, capelli e digestione. Il suo alto potere disintossicante, ridona bellezza a capelli e pelle, eliminando la fastidiosa ritenzione idrica e i chilogrammi di troppo.

Assumendo nel modo adeguato e con gli accorgimenti del caso, potrete perdere fino a 2 chilogrammi in 7 giorni, grazie alla dieta dell'uva.In 100gr di uva, cioè 60Kcal, possiamo trovare vitamine, come la A,C, B e PP, l'acido tartarico, i polifenoli e il resveratrolo, tutti e tre fondamentali per combattere l'avanzare dell'età, mentre l'uneocianina, che da colore all'uva, e i tannini, presenti in buccia e semi, aiuta a rafforzare le pareti venosi e contrastare la ritenzione idrica.

Per una buona dieta dell'uva di una settimana, bisogna partire con un paio di giorni di completo relax, dove il vostro unico obiettivo sarà quello di disintossicarsi, niente attività e solo cibi semiliquidi, apportando 900Kcal. Per colazione latte di soia o centrifugati di frutta, i tre pasti principali a base di verdura, durante il giorno dovrete effettuare sei spuntini, arrivando a mangiare 1kg d'uva.

Nei restanti cinque giorni, si assumeranno 1300 Kcal al giorno e si potrà reintrodurre l'attività fisica, come passeggiate o bicicletta. L'uva accompagnerà tutti i tre pasti principali e verrà usata come spuntino, la quantità dovrà aumentare progressivamente di 200 gr al giorni, partendo da 200 gr arrivando a 1 kg il quinto giorno.

Seguendo la dieta nel modo corretto si potrà perdere peso e  liberare il corpo da tossine purificandolo a fondo.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail