Adozioni gay: Francesco Rutelli è favorevole

Rutelli dice che se fosse giudice del tribunale dei minori non avrebbe problema ad affidare un ragazzo orfano a una coppia gay o a un single omosessuale.

di robo

Francesco Rutelli dice di essere favorevole alle adozioni gay. In un’intervista a Pubblico Quotidiano afferma:

Mettiamo che io, Francesco Rutelli, sia un giudice di un tribunale dei minori. Se mi trovassi a decidere il destino di un ragazzo orfano, lo affiderei anche a una coppia gay. O anche a un gay single.

Il politico che fino a poco tempo fa era tutto pappa e ciccia con Paola Binetti, come sottolineano i colleghi di Polisblog, ora si lancia in affermazioni molto progressiste:

Io parto da una considerazione semplicissima. La famiglia di oggi non è mica quella dei telefilm quand’ero bambino io, in cui c’era Doris Day che faceva la mammina impeccabile, in cui il papà tornava ogni sera a casa dal lavoro e i bambini educatissimi. È un casino. Gente che divorzia, poi si risposa, magari va a vivere coi figli del nuovo compagno o della nuova compagna, mentre i propri, di figli, vivono altrove. Sembra che solo i gay vogliono sposarsi.

Rutelli ci ha abituati ai continui cambi di casacca: staremo a vedere.

Foto | Flickr

Ultime notizie su Pink crime

Tutto su Pink crime →