Amore che finisce e-commerce che comincia: in vendita i gioielli dell'amore finito

Che l'amore sia diventato un business è ormai una certezza assodata. I famosi cioccolatini "degli innamorati" non ve li passano in ditta come buoni mensa, nè trovate gioiellieri o fiorai che elargiscano campioni omaggio a San Valentino. E se per una volta tanto foste voi a lucrare sul vostro amore, ormai finito e stecchito?

Se fate un giro su Exboyfriendjewelry, potrete trovare intere parure di amori passati, che preferiscono riciclarsi in denaro piuttosto che restare sepolti in un cassetto, lontano dagli occhi, dal cuore e dal portafoglio. A dispetto del nome il sito raccoglie mercanzia da ogni genere di "ex": mariti, mogli, fidanzate e fidanzati, una bottega virtuale che non conosce differenze di genere ma solo di prezzo. E' cinico, gretto, materialista? Di certo concreto, per chi si vuole liberare di un ricordo ormai inutile o doloroso e magari trasformarlo in un divano nuovo per il salotto, o in un maglioncino trendy.

Per ogni gioiello messo in vendita, alla voce "The Scoop", i venditori compilano una breve scheda sulla relazione finita e sul ruolo del gioiello (da quanto si stava insieme, perchè è finita, quando si è ricevuto il gioiello ecc...) e leggendo queste schede si è immediatamente catapultate nelle vite altrui, con una violenza che solo l'immagine nuda del simbolo d'amore finito riesce a comunicare.

Si diventa spettatrici di amori finiti, tradimenti scoperti, incomprensioni, ferite insanabili che tentano una catarsi attraverso la cessione del metallo a uno sconosciuto. Vi avevamo già chiesto se voi riuscireste a vendere i vostri "ex" gioielli, ma può funzionare davvero? E soprattutto, voi riuscireste a portare l'anello di fidanzamento di due ex-innamorati?

  • shares
  • Mail