Festival di Venezia 2012: quest'anno il concorso è donna

festival-di-venezia

La 69a edizione del Festival del Cinema di Venezia promette di essere più rosa che mai. Tra film in concorso, corti, attrici internazionali e registe, le donne sono grandi protagoniste dell'evento, e non solo per i look sfoggiati sui red carpet. La moda tuttavia ricopre un ruolo importante: si svolge nella sezione Giornate d'Autore il progetto The Women's Tale, serie di quattro corti prodotti da Miu Miu (in altre parole, da Miuccia Prada, l'unica donna italiana a figurare tra le 100 più potenti del mondo) il cui scopo è di aprire una finestra sull'universo femminile.

Il mondo visto con gli occhi delle donne e rappresentato da short movies interamente prodotti, interpretati e diretti da donne; "Tre giorni dedicati alla vitalità, al coraggio, all'affermazione della creatività femminile nel cinema e nell'immagine contemporanea", si legge nel manifesto introduttivo. Le donne in giuria (presieduta da Michael Mann) sono ben quattro: l’artista Marina Abramovic, l'attrice francese Laetitia Casta, la regista Ursula Meier e Samanta Morton.

The Reluctant Fundamentalist della regista e sceneggiatrice indiana Mira Nair ha aperto la serata inaugurale e in totale saranno ben 22 i film firmati da donne. Vengono da tutto il mondo e sono presenti in tutte le sezioni del Festival, a cominciare dai film in concorso. L'Italia è rappresentata da Francesca Comencini con il suo "Un giorno speciale" e da Liliana Cavani, che presenta un documentario su Silvia Giralucci, figlia della prima vittima delle Br.

Ma il Festival di Venezia è anche glamour e femminilità, come quello portato in passerella dalle attrici italiane e straniere: Winona Ryder, Claudia Gerini, Kate Hudson, Naomi Watts, Isabella Ferrari, Violante Placido e naturalmente Kasia Smutniak e Laetitia Casta.

Foto | Miu Miu

  • shares
  • Mail