In Cina meno ostentazione di ricchezza per i funzionari

In Cina il governo sta cercando di mettere un freno all’ostentazione di ricchezza dei propri funzionari di alto rango, torppo votati al lusso.

In Cina il governo sta cercando di mettere un freno all’ostentazione di ricchezza dei propri funzionari di alto rango, per promuovere un stile di vita frugale e meno sfarzoso. I figli degli alti burocrati, in particolare, sembrano troppo votati al lusso, e cercano di sfoggiare il loro armamentario fatto di auto costose e oggetti firmati dai marchi occidentali più prestigiosi.

Una serie di scandali e di comportamenti corrotti da parte di chi gestisce la macchina amministrativa ha posto il problema di ridimensionare certe abitudini in chi la rappresenta nei piani più alti. Da ora in poi i funzionari statali dovranno contenere i loro costi e la loro propensione verso le etichette più blasonate. Quindi: meno fuoriserie, regali di lusso, orologi e gioielli esclusivi, banchetti da sogno.

La notizia potrebbe essere cattiva per i brand internazionali del comparto luxury, ma in realtà l’operazione sembra più di facciata. In sostanza si reclama più discrezione nell’apparato pubblico e una promozione più discreta dei marchi di fascia alta da parte dei produttori, senza cartelloni grandi e troppo appariscenti che incentivino l’acquisto.

Via | Luxuo.com