Ed ora bisognerà chiamarlo "Blogue"

Anna Wintour, la famosa e famigerata direttrice di Vogue America, musa ispiratrice (o meglio, alter ego) della crudele Miranda Prestley, il Diavolo che veste Prada dell'omonimo chick lit bestseller/blockbuster hollywoodiano, ha espresso apertamente la sua disapprovazione per il termine "blog".

In vista dell'espansione del sito web della sua rivista, la Wintour ha incaricato il proprio staff (saranno davvero tutti vestiti Chanel come nel film?) di trovare un nuovo termine che "non abbia un suono così vistoso" e di trovarlo "ASAP - in time for launch" e cioè "Il prima possibile - in tempo per il lancio".

A dare una mano in questo improba ricerca allo staff di Vogue - che ormai nell'immaginario collettivo non può esser altro che griffatissimo tanto quanto terrorizzato - ci pensano proprio i bloggers, in particolare quelli di gawker.com, con i suggerimenti più svariati, la maggior parte dei quali sono ironici e decisamente irriverenti.

Nonostante la scelta sia difficile, ed alcune proposte siano esilaranti, il mio neologismo preferito è "Blogue" - Anna, prendi nota!

  • shares
  • Mail