Anna Oxa a Sanremo con gli abiti di Giovanni Cavagna

Vestire il suono, creare un’immagine che si fonde e si armonizza ad ogni singola nota, dando vita a percezioni visive che hanno accompagnato la dimensione sonora di Proxima: ma l’evoluzione continua… Giovanni Cavagna, in occasione della presenza di Anna Oxa al 61esimo Festival di Sanremo, approfondisce questo sentire per raccontare ed identificare l’evoluzione dell’immagine dell’Artista

Vestire il suono, creare un’immagine che si fonde e si armonizza ad ogni singola nota, dando vita a percezioni visive che hanno accompagnato la dimensione sonora di Proxima: ma l’evoluzione continua… Giovanni Cavagna, in occasione della presenza di Anna Oxa al 61esimo Festival di Sanremo, approfondisce questo sentire per raccontare ed identificare l’evoluzione dell’immagine dell’Artista attraverso il brano presente in gara.

Attraverso una ricerca dettagliata condotta insieme alla stessa artista, Giovanni Cavagna esprime e sottolinea il suono di Anna Oxa attraverso la reinterpretazione di materiali inusuali al vestire per renderli trama e filo di creazioni uniche, cornice e accento di un’artista che, con il Suo suono, trasmette e richiama immagini e mondi.