Bertinotti rilancia le unioni gay per la Sinistra

La Sinistra, l’Arcobaleno – che candida Fausto Bertinotti come presidente del Consiglio alle prossime elezioni – avrà in programma le unioni gay. Lo ha lasciato intendere lo stesso Fausto Bertinotti, parlando della forza politica che riunisce la sinistra “plurale” italiana, dai Verdi al Pdci a Rifondazione e i movimenti. «Nel programma del centrosinistra avevamo il

di

La Sinistra, l’Arcobaleno – che candida Fausto Bertinotti come presidente del Consiglio alle prossime elezioni – avrà in programma le unioni gay. Lo ha lasciato intendere lo stesso Fausto Bertinotti, parlando della forza politica che riunisce la sinistra “plurale” italiana, dai Verdi al Pdci a Rifondazione e i movimenti.

«Nel programma del centrosinistra avevamo il riconoscimento delle unioni di fatto, che non è stato realizzato per la pressione delle forze centriste e moderate. Se andassimo al governo, riprenderei da lì, proponendo certamente il nostro sì alle unioni gay. Penso che i diritti della persona siano una frontiera necessaria all’Europa per il presente e il futuro, e che su questo terreno ci voglia un riconoscimento delle diversità e dei diritti della persona come elemento fondativo della nuova cittadinanza».

È nella sfera dell’imponderabile che la sinistra così rinnovata (e orfana del centro) possa anche solo avvicinarsi al governo. Ma è bene che una parte delle forze politiche italiane ponga queste riforme civili come traguardi da raggiungere. Almeno eviteremo i silenzi imbarazzati degli ultimi anni.

I Video di Pinkblog