Il Nobel per la Pace alle donne africane?

Che le guerre siano sempre state fatte dagli uomini è storia. Decise dagli uomini, combattute dagli uomini, ma grondanti di sangue non solo maschile (come possiamo vedere anche in questi ultimi e drammatici giorni in Medio Oriente). Personalmente non sono così certa - come sostengono molti - che se all'altra metà del cielo fosse stato affidato il governo del mondo ci sarebbero state molte meno guerre. Di sicuro so che molte sono state le donne che, con la loro vita, con le loro opere e con il loro esempio ( purtroppo a volte con il loro sacrificio), sono state simbolo vivente di pace.

Quindi non si fa fatica a capire perchè sia stata avanzata la richiesta di conferire il premio Nobel per la Pace 2009 alle donne africane. A chiederlo da tempo a gran voce è la Fondazione Rita Levi Montalcini Onlus.

In un continente squassato da terribili problemi di povertà, malattie e guerre, le donne, sebbene spesso discriminate e tenute ai margini dei processi decisionali, sono una colonna portante della società e in prima linea ogni giorno per difendere la vita e promuovere un difficilissimo percorso di pace. Cose che a noi sembrano diritti acquisiti da sempre, imprescindibili capisaldi della nostra vita quotidiana, in Africa sono troppo spesso ancora lontane conquiste da raggiungere, e sono moltissime le donne coraggiose che si battono affinchè questo non rimanga ancora a lungo un sogno. E noi facciamo il tifo per loro!

  • shares
  • Mail