La famiglia ideale: mamma, papà e due figlie

Secondo uno studio inglese due figlie femmine sarebbero il passaporto per l’armonia familiare. La famiglia perfetta costituita da mamma, papà e due bimbe.

Secondo uno studio inglese due figlie femmine sarebbero il passaporto per l’armonia familiare!

Dopo aver esaminato la vita di 2.116 famiglie con dodici diverse combinazioni di figli tra maschi e femmine sotto i 16 anni, un gruppo di studiosi inglesi ha definito la famiglia perfetta  costituita da mamma, papà e due bimbe. Sarebbe un mix perfetto sotto ogni punto di vista: dalla collaborazione domestica alla coesione familiare, alla capacità di fare squadra al basso livello di litigiosità.

Secondo questo studio la combinazione meno felice sembrerebbe quella con quattro bambine. In questi casi è davvero difficile gestirle e i litigi nascono per ogni cosa, dai vestiti agli amici…

Di seguito l’elenco di alcuni vantaggi che si otterrebbero nel caso in cui si hanno due figlie femmine sarebbero i seguenti:

1. Sono più tranquille e meno rumorose dei maschi
2. Solitamente danno un aiuto in più nelle faccende domestiche
3. Litigano poco e raramente si picchiano
4. Sono abbastanza ragionevoli
5. Trascorrono molto tempo insieme
6. Si cercano sempre ed è raro che si ignorino a vicenda
7. Si fidano molto dei propri genitori
8. Sono molto educate
9. Raramente si coalizzano contro i genitori
10. Danno molta importanza ai sentimenti

Dal mio punto di vista questi risultati è bene prenderli con “le pinze”, ritengo innanzitutto che la famiglia ideale sia una pura astrazione, una nostra fantasia che talvolta può divenire pericolosa, se la si insegue ossessionatamente.
La composizione della famiglia, seppur in cambiamento, riveste sicuramente un’importanza fondamentale nella tipologie delle dinamiche relazionali che scaturiscono lungo il ciclo di vita della famiglia stessa, pertanto è un aspetto da considerare allo stesso tempo ritengo sia eccessivo utilizzarlo come filtro o verdetto della felicità!

L’armonia familiare dipende da molti fattori, primo tra tutti è il progetto di vita che la coppia, dal momento in cui ha scelto il matrimonio o la convivenza, ha anche scelto di condividere e perseguire insieme.

La scelta di avere uno o più figli, implicitamente richiede ad entrambi i futuri genitori, di assumere la consapevolezza di ciò che significhi psicologicamente diventare madre e diventare padre. Il passaggio di “coscienza” per entrare pienamente in questi ruoli così pregnanti ed impegnativi richiede tempo ed energia e una buona dose di volontà.

Sinteticamente questo è il percorso che può aumentare le possbilità di vivere serenamente in famiglia al di là del numero e del genere (maschio e/o femmina) dei figli.

Voi che cosa ne pensate?

I Video di Pinkblog

Eni: Palazzo Mattei si colora di arancione contro la violenza sulle donne