William e Kate: matrimonio maestoso e intimità di coppia

Nonostante la maestosità dell’evento, definito il matrimonio del secolo, ciò che può essere apprezzato e colto, è la riservatezza, la discrezionalità dei futuri sposi William e Kate e quel “silenzio rispettoso” che rimanda o richiama quel senso protettivo della loro intimità di coppia.

Nonostante la maestosità dell’evento, definito il matrimonio del secolo, ciò che può essere apprezzato e colto, è la riservatezza, la discrezionalità dei futuri sposi William e Kate e quel “silenzio rispettoso” che rimanda o richiama quel senso protettivo della loro intimità di coppia.

E’ stato definito il matrimonio dell’anno, più di 1.900 invitati,  trasmissioni, film, blog, gadgets insomma l’attenzione è proprio centrata su di loro in attesa della celebrazione delle nozze ormai più attese!

Colpisce molto la compartecipazione emotiva e mediatica al matrimonio di William e Kate che hanno deciso di condividere la loro promessa d’amore in streaming sul Royal Channel, segno di apertura e gratitudine rivolto ai fans, simpatizzanti ed affezionati e atutti coloro che desiderano seguire anche a distanza il principe William che corona il suo Amore per la futura principessa Kate.

Un sogno dunque che si trasforma in realtà e che può suscitare tante emozioni: gioia, commozione, ma non solo per alcuni The Royal Wedding è fonte di invidia, esplicitamente dichiarata o tacitamente nascosta.

La risonanza mondiale delle nozze di William e Kate sollecitano infatti un’ampia varietà di emozioni, commenti, reazioni allo stesso tempo è singolare il modo in cui i giovani e futuri sposi abbiano gestito le informazioni e le comunicazioni ufficiali sulla loro vita di coppia: ad oggi essenziali, al di là della celebrazione del matrimonio si possono leggere interpretazioni, congetture, ipotesi ma della loro storia d’amore nessuna dichiarazione e/o narrazione ufficiale.

La riservatezza di William e Kate insieme alla complicità dei loro sguardi e del loro aprirsi al mondo può rappresentare “un nuovo modo” che intreccia tradizione e innovazione rispettosa e “regale“.