Niente tonno e pesce spada per le future mamme

Negli Stati Uniti tutti i pescivendoli eticamente corretti avvisano le future mamme di evitare tonno e pesce spada, e molti ristoranti sushi fanno lo stesso. In Italia invece non mi è mai capitato di sentire ne' nei ristoranti ne' nei negozi di pesce che questi animali rappresentino un pericolo per le donne. Eppure lo è.

Stando alle ricerche condotte dalla FDA, l'equivalente del Ministero della Salute negli Stati Uniti, dato l'alto contenuto di piombo e mercurio nei pesci oceanici, sussiste un serio pericolo di avvelenamento del sangue con conseguenti malformazioni del feto.

L'allarme è stato ripreso anche da alcuni siti italiani, come Gravidanzaonline, che mette in guardia le donne incinte contro il tonno, anche se in scatola, ma la cosa più preoccupante è che il pericolo riguarda non solo chi è già incinta ma anche chi pensa a diventare mamma nel futuro e chi ancora allatta.

Donna avvisata mezza salvata, si dice, per cui se pensate di voler diventare mamme un giorno, leggetevi attentamente le direttive impartite dalla FDA e magari riducete un po' la vostra dose mensile di pesce oceanico.

  • shares
  • Mail