La rivincita delle donne: il sesso debole adesso è quello maschile

Donne più preparate, più colte e più aperte alle nuove esperienze, contro uomini frustrati, sempre meno studiosi e decisamente in crisi. Che ne sarà del futuro?

donna-manager

Un mito sta per cadere. Nonostante gli stereotipi siano duri a morire, per usare un luogo comune che ci sta tanto bene, la società contemporanea mostra numerosi cambiamenti. Quali? Proprio come ha voluto sottolineare il settimanale inglese Economist, il maschio di oggi ha perso forza e smalto.

L’impiegato medio, ovvero il classico uomo con posto fisso, ambizioni a lungo termine senza particolari sogni nel cassetto, è in crisi. Una crisi profonda, che lo colpisce sia a livello professionale sia esistenziale. E soprattutto mette in luce una donna nuova, molto più forte, interessata, preparata e studiosa.

Secondo l’Economist, in cieca 10 anni molte professioni maschili, perché basate sulla forza fisica, saranno quasi del tutto eliminate grazie alla tecnologia e a quel punto avremo una rivoluzione sociale e la donna potrà davvero dimostrare le sue capacità e concretizzare le sue ambizioni.

Si tratta solamente di una proiezione, che purtroppo speriamo di vedere realizzata ma che non si basa su dati concreti. Per adesso, stando ai dato do Forbes, il 97% dei miliardari è uomo, così come il 95,2% degli amministratori delegati e il 92,8% dei capi di stato. Un po’ dura che in soli 10 anni si possa compiere quanto detto da l’Economist, certo le prospettive stanno cambiando. E soprattutto a scuola, i maschi si impegnano sempre meno, prima o poi questa tendenza sarà pagata concretamente con prospettive di carriera ridotte.

Via | Repubblica

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail