Stalker per vendetta perseguita le compagne di classe 8 anni dopo la fine del liceo

Una giovane ragazza, otto anni dopo la fine del liceo, ha perseguitato un gruppo di ex compagne per vendicarsi del bullismo subito.

Come difendersi dallo stalking e a chi rivolgersi per la denuncia

Il bullismo e gli scherzi durante il liceo sono difficili da gestire per un adolescente. Molti atteggiamenti feriscono e a volte ci si sente emarginati, completamente soli. Le reazioni a certe situazioni sono diverse: c’è chi cresce e si riscatta affermandosi nella vita privata e nella carriera, chi invece si dimentica quel periodo buttandoselo alle spalle e chi invece non riesce a liberarsi di quel ricordo.

Un gruppo di ex compagne di scuole è stato preso di mira attraverso Facebook: missive spedite a tutti i contatti delle ragazze, insulti volgari ma anche di basso livello, proprio in stile adolescenziale, quello stile che spesso si legge sui muri dei licei o sulle pareti bagni. Non sono mancati fotomontaggi e telefonate anonime.

Rintracciare il mittente è stato abbastanza semplice: i tabulati delle telefonate nella maggior parte dei casi sono partite da un numero di casa privato, dove abitavano tre sorelle. La più grande aveva 23 anni, proprio come le ragazze perseguitate dallo stalker. Durante un interrogatorio in questura, le vittime hanno raccontato che quando erano a scuola non erano mai state vittime di bullismo, che c’era una ragazza isolata in classe. È lei, il mittente.

Lei non si è dimenticata di quel periodo tremendo, il numero di casa era proprio quello della giovane e nella sua stanza c’erano le prove.

Via | Corriere

  • shares
  • Mail