Il dramma dello smalto ancora fresco


Aspettare che si asciughi lo smalto richiede mediamente dai 10 ai 20 minuti. Che sono minuti in cui probabilmente (anzi, sicuramente) ci verrà voglia di andare al bagno, mangiucchiare patatine, scrivere un sms, infilarci un golf e comunque in generale fare cose. Cose che rovineranno quell'aspetto bello liscio e lucente che abbiamo appena regalato - non senza fatica fisica e mentale - alle nostre unghie.

Che fare per accelerare questo processo e poter soddisfare tutti i nostri pruriti (in senso fiscio e metafisico - avete mai provato a grattarvi il naso con lo smalto ancora fresco?) senza dover aspettare i fatidici 10/20 minuti? I suggerimenti per trovare soluzione a questo dramma che affligge il genere femminile (secondo per importanza direi solo alle doppie punte) sono variopinti: dall'epico ma alquanto rischioso buttarsi giù dal balcone agitando velocemente le mani come Icaro, al più banale soffiarci su , passando per un intuitivo utilizzo del phon o del ventilatore.

Per le meno creative esistono smalti ad asciugatura super-rapida e prodotti da applicare dopo lo smalto stesso per diminuire l'attesa (ma funzionano davvero?), mentre il rimedio più gettonato sembra quello di intingere le mani appena "smaltate" nell'acqua fredda.

  • shares
  • Mail