Talloni screpolati: i rimedi naturali per risolvere il problema

Talloni screpolati e sandali aperti non vanno mai d'accordo. Ecco perché in estate serve maggiore attenzione alla cura dei piedi. Magari provando i rimedi naturali che ci aiutano a risolvere il problema

L'estate, lo sappiamo bene, ci mette di più in mostra, scoprendo la pelle al clima più caldo. Ma oltre a chiudere giacche e pantaloni lunghi nell'armadio, a vantaggio di top sbracciati e shorts, il periodo estivo tira fuori dalla scarpiera anche i sandali aperti, veri protagonisti del periodo.

Per portarli però serve che le nostre estremità inferiori siano perfette, idratate e in salute, onde evitare di mettere in primo piano i tanto odiati talloni screpolati, un problema che non ha stagione ma che diventa più insidioso proprio da giugno a settembre.

Fortunatamente esistono rimedi naturali e poco invasivi che risolvono il problema in maniera egregia, lasciando la pelle dei piedi nutrita e morbida. Prima di agire in modo topico sui talloni è sempre bene far precedere qualsiasi trattamento da un pediluvio di circa 10 minuti in acqua tiepida e succo di limone, in modo da ammorbidire bene la cute ruvida.

Usiamo una pietra pomice per eliminare la pelle morta, insistendo nelle zone dove le callosità sono più evidenti. Facciamo attenzione però a non andare troppo in profondità per evitare ferite, le quali potrebbero essere pericoloso veicolo di batteri (in particolare attenzione al piede diabetico, che va invece trattato da un professionista).

Se vogliamo agire in modo più soft possiamo usare, al posto della pietra pomice, uno scrub delicato a base di farina di riso (3 cucchiai), avena (1 cucchiaio), miele (2 cucchiai) e aceto di mele qb. Mescoliamo gli ingredienti in una ciotola e massaggiamo sui piedi precedentemente asciugati. Questo composto esfoliante avrà la doppia azione di stimolare la circolazione periferica ed eliminare la pelle screpolata.

Sciacquiamo con acqua tiepida e passiamo all'ultimo step: l'idratazione profonda. Coccoliamo i piedi e soprattutto talloni con oli e burri morbidi e corposi, come olio d'oliva, olio di mandorle dolci, olio di cocco, burro di karitè o glicerina vegetale. In questo modo daremo alla pelle del piede il nutrimento di cui ha bisogno per non seccarsi e spaccarsi.

Eseguiamo questo rituale preferibilmente la sera prima di andare a letto una o due volte a settimana, a seconda delle esigenze. Mentre abituiamoci a stendere una crema per piedi ogni giorno, estate e inverno, per prevenire le cause dell'inaridimento e avere estremità sempre belle e in salute.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail