La moglie di Gesù esisteva davvero? Prudenza dagli esperti

Gesù era in realtà sposato. A rivelare questa notizia choc è stata una studiosa di Cristianità Antica della Harvard Divinity School: in occasione di un Convegno Internazionale di Studi Copti che si è svolto a Roma, infatti, la donna ha svelato che sarebbe esistita una presunta moglie del figlio di Dio, come scritto su un antico frammento di papiro.

Il condizionale è d'obbligo, dal momento che si tratta di una notizia piuttosto delicata. I media internazionali riportano la scoperta di Karen L. King, la studiosa che per prima ha scoperto un frammento scritto in copto del quarto secolo, che conterrebbe una frase che le Sacre Scritture non hanno riportato.

Gesù disse loro: "Mia moglie...".

Il frammento di papiro, essendo molto vecchio, non è scritto nitidamente. Si tratta di un pezzo di carta davvero molto piccolo, che da un lato contiene otto righe scritte in inchiostro nero, dove, oltre alla frase prima riportata, ci sarebbe anche scritta questa frase:

Lei sarà in grado di essere mia discepola.

La lei alla quale Gesù si riferirebbe dovrebbe essere proprio la moglie. Il proprietario del frammento ha richiesto l'anonimato e non si sanno altre cose in merito a quella che potrebbe essere una scoperta sconvolgente, tanto che la studiosa, che finora ha condiviso la sua rivelazione solo con pochi studiosi, avrebbe richiesto il parere di altri esperti.

La stessa studiosa frena gli animi, sottolineando che il documento da solo non può essere la dimostrazione tangibile che Gesù aveva una moglie, ma riaprirebbe l'antico dibattito sulla validità e l'efficacia del celibato nella Chiesa Cattolica.

Che Dan Brown avesse davvero ragione nel suo Codice da Vinci? La parola ora passagli esperti, evidentemente prudenti nel trattare un tema così delicato del quale, tra l'altro, si discute ormai da moltissimi secoli, per non dire da alcuni millenni!

Via | Corriere

  • shares
  • Mail