Le spiagge per sole donne, una moda anche italiana

Una spiaggia dove gli uomini non possono entrare o le donne hanno comunque la precedenza su tutto.


Divertirsi in spiaggia con le amiche, rilassarsi al sole, senza sentirsi in imbarazzo perché la ceretta non è al top o sei ha un po’ di cellulite. Le spiagge per sole donne sono in aumento anche in Italia e sono sicuramente una risposta alle esigenze di chi, per questioni religiose, non può mettersi liberamente in costume dove ci sono gli uomini.

La prima è stata inaugurata nel 2007 a Riccione: una zona attrezzata con truccatori, parrucchieri, area fitness e soprattutto niente uomini. È stata un’idea degli organizzatori di miss Muretto, che provarono ad aprire il concorso alle donne arabe. Un altro lido importante sempre a Riccione è stato il "Bagni Adolfo Zona 97".

Se andiamo un po’ più a nord, troviamo a Trieste il "Bagno La Lanterna", più noto come El Pedocin. Questo è l’unico stabilimento (comunale) in Italia e forse in Europa ad essere ancora diviso per uomini e donne. Insomma, qui l’attenzione non è verso l’esigenza delle donne, che vogliono un momento di relax lontano da occhi indiscreti. Il bagno in questione è ancora vittima di un vecchio "costume" anni Cinquanta.

Via | Il Messaggero

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail