Taglia e cuci, cartamodelli per vestiti on-line

Credo che Burda sia stata una della prime parole che abbia imparato a leggere, ignorandone – ancora tutt’oggi – il significato. Ricordo che mia madre comprava questa rivista tedesca con i cartamodelli per cucire abiti su misura e mi confezionava dei vestiti. Adesso, col senno di poi, riscontro in effetti un certo allure teutonico in

Credo che Burda sia stata una della prime parole che abbia imparato a leggere, ignorandone – ancora tutt’oggi – il significato. Ricordo che mia madre comprava questa rivista tedesca con i cartamodelli per cucire abiti su misura e mi confezionava dei vestiti.

Adesso, col senno di poi, riscontro in effetti un certo allure teutonico in quelle camicette con il pizzo sul colletto – stile cameriera dell’Oktoberfest – per non parlare dei calzoni alla zuava, orribilmente in voga nel periodo delle mie scuole elementari.

Dopo vent’anni le cose sono cambiate e oggi su Burda ci sono anche modelli molto trendy e si trovano le ultime tendenze fashion, vedi ad esempio la collezione di Madonna per H&M.

Fa un po’ strano pensare che la Germania sia più all’avanguardia di noi rispetto al cucito, noi che siamo il paese del fashion e della moda, ma per quanto riguarda il taglia e cuci casalingo è innegabile, tutt’oggi Burda docet.

Oltre alla rivista in edicola oggi si possono scaricare i cartamodelli anche dal sito, alcuni a pagamento ma alcuni anche gratuiti, tra i free downloads mi piace in particolar modo questo, un po’ Coco Chanel, un po’ black and white optical anni ’60, un po’ tata svizzera…qualcuna lo saprebbe fare?

Ultime notizie su Lavori creativi

Tutto su Lavori creativi →