Guarda come dorme e ti dirò che amante è


Avete mai pensato che il linguaggio non verbale non è solo quello del sistemarsi le maniche della camicia, dello spalancare le narici, dell’accavallare le gambe, del toccarsi il naso o le orecchie, dell’indossare sandali o scarpe stringate, ma anche quello del modo in cui si dorme?

Ebbene sì, secondo alcune ricerche psicologiche il modo in cui dormiamo rivela moltissimo della nostra personalità perché la notte è il momento in cui siamo più vulnerabili. Dalla posizione che la vostra coppia assume durante la notte è possibile scoprire molte informazioni sulla vostra vita sessuale d affettiva. Più in particolare è possibile annusare la salute del vostro rapporto e la profondità del sentimento che vi unisce.

- Posizione fetale (per gli uomini che non devono chiedere mai): esprime un’esigenza di protezione che nel rapporto amoroso può tradursi, a volte, in una resistenza a lasciarsi andare ed a mostrare i propri sentimenti.
- Posizione di fianco (rivolta verso la porta o la finestra): rivela una personalità che ama mettersi in discussione, ma che proprio per questo, anche in amore, potrebbe peccare di incertezza.

- Posizione dello zainetto: sintomatica del desiderio di uno dei due partner di dominare o intrappolare l’altro.
- Posizione del koala: un tenero groviglio che potrebbe rivelare un bisogno quasi asfissiante d’intimità. E’ la classica posizione assunta da una coppia che vive in sintonia su tutto, errori inclusi.
- Posizione cul-à-cul (il francese è chic): se vi ritrovate a dormire rannicchiati in due angoli opposti del letto, ciò non indica un cattivo rapporto di coppia, non temete. Il dormire voltandosi le spalle è tipico di chi sta vivendo una storia d’amore solida, nella quale ciascuno ha un proprio spazio personale. (Tale occasione mi ricorda una saggezza popolare che recita: “bocca a bocca, guancia a guancia, culo a culo, poi a calci in culo”, sarà vero?)
- Posizione cul à l’air (per lui): se il vostro partner ama dormire con il viso sprofondato nel cuscino, e sebbene questa posizione possa far venire pensieri nefasti (non spaventatevi subito dategli un pizzicotto e, nel bene e nel male, avrete la vostra risposta), è probabilmente una persona dotata di sensibilità che sa cogliere i vostri stati d’animo, ma che è anche facile alle cotte passeggere.

Quanto queste analisi trovino riscontro nella realtà in valore assoluto non ve lo so dire. Forse sì, forse no. Sarebbe meraviglioso se bastasse guardare come si dorme, o vedere la posizione che adotta lui durante il riposo per capire lo stato di salute del vostro rapporto, per scoprire chissà cosa o per imparare a conoscersi meglio. Più che l’interpretazione del linguaggio del corpo, che non è detto corrisponda a verità, occorre saper ascoltare la coppia, rendersi conto - con onestà nei confronti di sé stessi – di cosa si prova e, allo stesso tempo, imparare a riconoscere i doni dell’altro.

C’è chi preferisce abbracciare il cuscino piuttosto che la propria compagna, c’è chi ha la capacità di farti sentire invisibile a letto, c’è chi ti prende a calci tutta la notte, ma c’è anche chi si addormenta baciando la tua mano, chi si addormenta stringendoti forte per tutta la notte e ad ogni movimento nel sonno ti riempie di baci anche se dorme.

Fonte: donnad.it

  • shares
  • Mail