Provato per voi: Fondotinta minerale Pure Finish Elizabeth Arden

Arden Pure Finish

Dopo aver confrontato i fondotinta minerali della Maybelline e del The Body Shop, eccomi pronta per un nuovo test, questa volta protagonista sarà il nuovo prodotto minerale di Elizabeth Arden "Pure Finish".

Confezione: E' sicuramente uno dei punti di forza di questo prodotto, appena apriamo lo scatolino, ci troviamo di fronte un cofanetto circolare nero mat con apertura a scatto. All'interno troviamo un comodo specchio e un piumino (foto 1-2), mentre la polvere è compattata sotto una grata in metallo, per far uscire il fondo basta ruotare leggermente la base, sulle istruzioni c'è scritto che, per una media coprenza basta il prodotto che si ottiene con una rotazione di un quarto e che in questo modo la polvere vi durerà fino a 78 applicazioni, personalmente me ne basta anche meno. (foto 3)

Gamma di colori: Le tonalità disponibili sono 9 si parte dai colori più chiari fino a quelli adatti a pelle abbronzate, ottimi per chi non rinuncia al fondo anche d'estate. Quello che ho testato io e che vedete in foto, è il numero 3, un beige medio - chiaro.

Texture e Finish: La texture è abbastanza leggera, forse meno che di altri minerali, si stende facilmente con il pennello kabuki senza lasciare macchie di colore (per vedere un video con alcuni trucchi per applicarlo correttamente visitate il sito). Il finish è luminoso ma discreto, niente effetto lampadina per intenderci.


Tenuta: Come sempre per valutare un fondo è importantissimo vederne la tenuta, questo non mi ha dato particolari problemi, con una spolverata di cipria resiste bene anche cinque - sei ore.

Coprenza: Punto dolente di tutti i minerali o pseudo - minerali è la coprenza, questo devo dire che mi ha pienamente soddisfatta. Personalmente non amo eccessivamente i fondi che nascondono troppo, per darvi un'idea di quanto può coprire ho ritentato l'esperimento della scorsa volta, nella foto 4 vedete sulla mia mano un segno netto di matita marrone, nella foto 5 ho applicato con il dito un po' di polvere e il tratto è stato quasi nascosto del tutto (ovviamente ho aggiunto un po' più di prodotto, ma è utile per testare quanto può coprire un'odiosa macchietta post brufolo).

Ingredienti: Come vi promisi questa volta posterò l'inci completo, premetto che non ho le competenze necessarie per dare un giudizio tecnico, il mio parere è soltanto sull'uso, quindi lascio a voi la parola. Mica (minerale che dona luminosità), Dimetichone, Nylon-12, Titanium Dioxide (minerale che offre protezione solare), Zinc Stearate, Silica,Squalane (derivato vegetale, simile ai lipidi, aiuta nell'idratazione della pelle), Magnesium Myristate, Sea Salt (stimola la produzione di collagene), Aloe Barbadensis Leaf Juice (lenisce e idrata), Silk Powder, Ascorbyl Palmitate, Retinyl Palmitate, Tocopherol, Glycine Soja Oil, Alumina, Oryza Sativa Starch, Butylparaben, Methylparaben, Propylparaben, Sodium Dehydroacetate.
Come potete notare l'inci è molto lungo e contiene non solo minerali, personalmente non mi ha dato nessun problema di punti neri o brufoletti, ma ovviamente questo è molto soggettivo, altro lato positivo, la presenza di un filtro SPF 20 PA++,.

Prezzo: Per il momento posso fornirvi solo il prezzo in dollari che è di 37,50, ma al più presto vi dirò quello in euro.

In conclusione: Avrete capito che questo fondo mi è piaciuto, sicuramente la confezione è molto innovativa nel campo dei minerali, in pratica è la prima volta che vedo uno di questi prodotti adatti per essere portati sempre con sé per un ritocco veloce. Coprenza e tenuta mi hanno convinta, al punto da non tener conto del fatto che non sia un minerale purissimo come ingredienti. Alla prossima!

Fonte|Elizabeth Arden Pure Finish Site
Foto 1
Foto 2
Foto 3
Foto 4
Foto 5

  • shares
  • Mail