Griffe da mangiare: i lecca lecca dei marchi della moda

griffe lollipopQuando usiamo, figurativamente, l’espressione “sbavare sulle vetrine” intendiamo qualcosa di più letterale di quanto non si creda: su certe vetrine lasciamo davvero immaginarie strie di lucido desiderio insoddisfatto. È da questo assunto che parte chi ha ideato i lecca-lecca a forma di logo, per le irriducibili della griffe e anche per chi se ne fa beffe.

Li ha inventati il fotografo di moda Massimo Gammacurta, in quattro diverse forme dedicate ciascuna ad un marchio celebre del fashion business: Yves Saint Laurent, Gucci, Chanel e Louis Vuitton. I gusti sono invece cinque: caramello, melone, mela, ciliegia, melograno. L’angolo visuale è quello ironico, certo, ma non senza implicazioni con la dimensione feticista, per quanto colta nel suo lato meno morboso e più divertito.

E poi, onestamente, si tratta di una delle pochissime cose griffate che in molte possono davvero permettersi. Volete mettere il piacere di mangiarsi, letteralmente, l’oggetto del desiderio? Immaginate un senso di possesso più completo?

  • shares
  • Mail