Stop della UE ai testi degli ingredienti cosmetici sugli animali

Dall’11 marzo è entrato in vigore lo stop della comunità europea ai test degli ingredienti per i cosmetici sugli animali, una bella notizia per chi aveva il magone davanti agli scaffali di profumeria pensando alle cavie e coniglietti che subivano i test sugli ingredienti.

Vi avevamo parlato ben due anni fa di questa nuova direttiva europea, la seconda dopo quella del 2004 che bloccava i test sui prodotti finiti (ma non sugli ingredienti). Nel 2013 invece verrà varato un bando totale dei test che annullerà i rimanenti tre test, fortemente invasivi: tossicità per uso ripetuto, tossicità riproduttiva e tossicocinetica (assorbimento, distribuzione, metabolismo ed escrezione della sostanza).

Nel corso degli anni i test sugli animali sono stati sostituiti da test alternativi, tra l’altro ritenuti migliori dal punto di vista scientifico e di qualità per i consumatori. Sul sito della LAV è possibile consultare l’elenco delle case produttrici che hanno sottoscritto lo standard cruelty-free: “Non Testato su Animali”.

Per fregiarsi di questa dicitura le aziende devono attenersi all’unico disciplinare riconosciuto a livello internazionale, che prevede inoltre controlli presso le aziende stesse da parte di una società indipendente di auditing (la ICEA per quanto riguarda l’Italia) che pertanto garantisce maggior sicurezza rispetto all’autocertificazione.

Via | Supereva

Foto | Newbrigand

  • shares
  • Mail