Una rosa per un libro. Anche gay

Domani si festeggia S. Giorgio, l’intrepido cavaliere che uccise il Drago dal cui sangue nacque una rosa che Giorgio regalò alla principessa appena salvata. Sulla scorta di questa tradizione e del fatto che il 23 aprile è la Giornata Mondiale del libro è nata l’iniziativa di Una rosa per un libro. In Catalogna accade da

di robo

Domani si festeggia S. Giorgio, l’intrepido cavaliere che uccise il Drago dal cui sangue nacque una rosa che Giorgio regalò alla principessa appena salvata. Sulla scorta di questa tradizione e del fatto che il 23 aprile è la Giornata Mondiale del libro è nata l’iniziativa di Una rosa per un libro. In Catalogna accade da molti anni: in questi giorni gli uomini regalano una rosa alle donne (ma anche gli amici fra di loro) e ne sono contraccambiati con un libro. Anche in Italia sta prendendo piede questa bella iniziativa. Magari potremo regalare una rosa al nostro moroso e ricevere in cambio un libro. Oppure regalare un libro per il gusto di leggere. Perché, come diceva Jorge Luis Borges, “il libro è una delle possibilità di felicità che abbiamo noi uomini”.

Su Queerblog cerchiamo di presentarvi i libri a tema. Ma, per carità!, non leggiamo solo libri gay o del giro. Allarghiamo i nostri orizzonti. Se, comunque, un libro “gay” può essere più piacevole da leggere, segnalo di seguito alcuni elenchi da cui attingere per iniziare.

Insomma, l’importante è leggere. Perché, come diceva Schopenhauer, “la vita e i sogni sono fogli di uno stesso libro. Leggerli in ordine è vivere. Sfogliargli a caso è sognare”.