Il Dr. Aaron T. Beck e la terapia cognitivista

  Nel 1960 lo psichiatra Aaron T. Beck elaborò la terapia cognitivista, sfidando la terapia freudiana, che fino ad allora era la terapia considerata più ‘scientifica’. Oggi il Dr. Beck ha 85 anni ed ha ricevuto, lo scorso mese,  un premio importante, il Lasker Award, considerato, in America,  il premio più prestigioso nel settore della

 Dr. Aaron T. Beck

Nel 1960 lo psichiatra Aaron T. Beck elaborò la terapia cognitivista, sfidando la terapia freudiana, che fino ad allora era la terapia considerata più 'scientifica'. Oggi il Dr. Beck ha 85 anni ed ha ricevuto, lo scorso mese,  un premio importante, il Lasker Award, considerato, in America,  il premio più prestigioso nel settore della medicina, che vale, tra l'altro,  100.000 dollari.

Lo psichiatra, Dr. Aaron T. Beck, della University of Pennsylvania, è fra i cinque premiati.

La terapia cognitivista è stata considerata uno dei più importanti strumenti, se non il più importante, per curare i disturbi mentali, negli ultimi 50 anni", ha affermato il  Dr. Joseph L. Goldstein, chairman della giuria del premio Lasker.

La terapia cognitivista  è una forma di psicoterapia centrata sdulle distorsioni del pensiero rispetto a ciò che la maggior parte degli individui considererebbe un modo realistico di pensare e di interpretare la realtà. Per Beck ad esempio, la depressione è una distorsione di quella che egli chiama la triade cognitiva, che consiste in:

1.aspettative negative nei confronti dell'ambiente;
2. Un'opinione negativa di sé,
3. Aspettative negative per il fururo.

Secondo Beck le esperienze di vita del paziente attivano degli schermi cognitivi che vertono  sul tema della perdita. I vari fenomeni, emotivi, motivazionali, comportamentali e vegetativi della depressione derivano da queste valutazioni negative di sé.

L'obiettivo della terapia cognitivista è di eliminare le distorsioni cognitive per favorire un tipo di pensiero più realistico. Con questo approccio è stato possibile curare dei problemi psicologici di una certa gravità con psicorterapie brevi, centrate sul sintomo.  

I giudici del premio Lasker hanno inoltre affermato che il Dr. Beck ha utilizzato dei metodi, nei suoi studi clinici, con un rigore mai precedentemente applicato in nessuna forma di terapia della parola, ivi inclusa la psicoanalisi freudiana.Molto del lavoro del Dr. Beck si trova nel giornale da egli stesso pubblicato, Cognitive Therapy and Research, in parte, dice il New York Times, perché il mondo psichiatrico ha 'resistito' alle sue teorie, quando non le ha esplicitamente rifiutate.

In Italia esistono diverse scuole che insegnano il pensiero di Beck e che mettono in pratica le sue terapie. Ecco ad esempio come l'istituto Beck, che è una scuola di psicoterapia riconosciuta, presenta la terapia di coppia:

La Terapia cognitivo-comportamentale nasce come intervento a breve termine, come processo attivo e direttivo di educazione della coppia su specifici aspetti che possono contribuire alla disfunzione relazionale.

Il terapeuta affiancherà la coppia nel proprio processo di cambiamento.
Come primo passo, il terapeuta costruirà un rapporto positivo con i membri della coppia e “imparerà la loro danza” attraverso un colloquio congiunto, a cui seguiranno uno o due colloqui individuali per comprendere la storia della coppia e della famiglia.
Il terapeuta valuterà gli aspetti:

cognitivi (ad esempio le percezioni, le aspettative della coppia)

comportamentali (ad esempio le capacità comunicative, il modo di interagire passato, i punti di forza e le debolezze della coppia);

– emotivi (ad esempio le emozioni positive e quelle negative, come rabbia, depressione, ansia, gelosia) emersi da questa prima fase di analisi.

 

Quindi:

– identificherà gli schemi o le credenze dei partner rispetto alle relazioni in generale;
individuerà i pensieri dominanti sulla loro relazione;
chiarirà il modo in cui tutto ciò influenza i loro comportamenti e le loro emozioni.

 

Elaborerà infine una proposta di trattamento e si potrà a questo punto iniziare il percorso terapeutico, solo però se la coppia sarà convinta dell’utilità del trattamento per la risoluzione dei propri problemi.

 

Fonte della notizia del premio: New York Times

Testo consultato per la terapia cognitivista: Galimberti, Dizionario di psicologia, De Agostini

Siti consultati:
Istituto Beck – italiano
The Beck institute – inglese

Dott.ssa Giuliana Proietti Ancona

I Video di Pinkblog

Eni: Palazzo Mattei si colora di arancione contro la violenza sulle donne