La dieta da camerino: specchi e luci giuste per vedersi al meglio

camerino provaChi può dire senza dubbi né timore d’essere smentito di vedersi sempre bene allo specchio del camerino? Se poi ci sono commesse arroganti o eccessivamente servili che smontano con un’occhiata o si sperticano in lodi inopportune e false, il problema si amplifica tanto da non riuscire neanche a comprare un sacco informe che nasconda ogni curva.

È per questo che in Florida hanno studiato il ruolo dell’illuminazione dei camerini, che risulta cruciale insieme a specchi opportunamente ritoccati – avrete fatto caso anche voi che molti specchi tendono a smagrire la figura per farci sembrare più snelle e indurci all’acquisto di un capo che a casa ci sembra sbagliato.

Una serie di interviste a donne che acquistavano in una certa boutique ha dimostrato che l’arredamento, e dunque anche l’illuminazione, del camerino è fondamentale perché è lì che si decide l’acquisto: troppe luci distraggono dall’abito che si prova; poca illuminazione non evidenzia i dettagli del capo; la preferenza viene data più alle luci intorno allo specchio che ad una sola fonte luminosa posta in alto.

Qualche volta, in fin dei conti, non è solo la pubblicità a indurci all’acquisto o alla modifica di un comportamento in favore di un altro. Sono anzi i nostri comportamenti che modificano le proposte commerciali. E anche, qualche volta, l’umore: vedersi bene in camerino può migliorare davvero la giornata, non trovate?

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail