Rapporto di coppia, autostima e timidezza: come lo influenzano?

Nella vita di coppia che ruolo svolgono l’autostima e la timidezza? leggi qui

La stima che abbiamo per noi stessi, ovvero l’ “autostima” , è molto importante per la nostra vita psichica e per la nostra vita in generale. Il concetto di autostima, di non semplice definizione, è costituito da un insieme di percezioni e valutazioni che abbiamo di noi a diversi livelli ed in diversi ambiti della nostra esistenza che va dall’aspetto fisico al sentimento del proprio valore, attraversando le sfere dalla nostra vita lavorativa, sociale ed affettiva.

Avere alta o bassa autostima significa avere credenze e opinioni positive o negative su di sé che sono state determinate sia dalle esperienze passate che da quelle attuali e che a loro volta influenzano le risposte dell’ambiente ai nostri bisogni e ai nostri desideri. In genere le persone che hanno una buona opinione di se e fiducia nelle proprie capacità si “sentono meglio“, hanno un senso di controllo sulla propria vita e fanno ricorso alle proprie risorse per affrontare criticità e problemi.

Quando invece la percezione del proprio valore è scarsa o molto negativa, si può sperimentare disagio e sofferenza, vergogna a mostrarsi e timidezza nelle relazioni sociali, sentimenti che possono portare ad una chiusura verso gli altri e, in casi estremi, alla perdita delle relazioni affettive fondamentali e ad inefficacia e risultati negativi sia nella vita sociale che professionale. In questo senso, per favorire lo sviluppo di una personalità positiva e per migliorare la qualità della vita delle persone nelle loro comunità, è fondamentale che ogni metodo di cura psicologico si ponga l’obiettivo di incrementare negli individui una buona visione di sé e della propria immagine.

In questo modo anche la vita di coppia e più precisamente il rapporto con il proprio partner potrà essere vissuto in modo  sano ed equilibrato…

Fonte: ilmiopsicoterapeuta.org