La dieta depurativa da fare durante il cambio di stagione

Ci siamo, l'autunno avanza, le temperature si irrigidiscono e tante allergie, approfittando anche delle difese immunitarie un po' più basse, riesplodono in tutta la loro virulenza. E quindi, come combattere lo stress fisico cui ci sottopone il cambio di stagione? Ma ovviamente con la dieta depurativa, che disintossica corpo e mente e ci prepara all'inverno.

Innanzi tutto la regola aurea, che vale per ogni regime alimentare detox, è quella di fare una buona selezione dei cibi. Bisogna consumare preferibilmente i prodotti della stagione in corso, evitando quelli di altri periodi, magari coltivati in serra, e quelli importati dall'estero, i quali arrivano sulle nostre tavole già molto privati del loro apporto vitaminico originario.

Inoltre, è bene sapere che, nelle diete depurative, non solo la tipologia dei cibi varia da stagione a stagione, ma anche la consistenza dei pasti. Se, infatti, durante l'estate è consigliato un menù leggero, con tanta frutta fresca e frullati, lo stesso non è per la versione autunnale, che predilige stufati, minestroni, zuppe a base di cereali integrali e ortaggi a radice, meglio se cotti con tutta la buccia.

Più nello specifico è bene seguire alcune regole generali. In primis, sebbene la rinuncia possa essere "fastidiosa", è bene buttare dalla dispensa tutti i cibi precotti, raffinati, imbustati, i quali contengono conservanti, grassi idrogenati e sono una fucina di calorie. I cibi da assumere devono essere rigorosamente integrali e possibilmente derivanti da produzioni locali o biologiche. Questo per avere la certezza che le loro proprietà nutritive restino intatte.

In secondo luogo, è bene limitare l'assunzione di carni e pollame e, più in generale, ridurre il consumo di proteine di origine animale. È, tuttavia, concesso il pesce, purché a basso contenuto di mercurio: quindi bene salmone, trota, anguilla, sogliola e gamberetti, da evitare invece cernia, pesce spada e sgombro. Il tonno è ammesso, purché non si superino le sei porzioni mensili da 170gr ciascuna.

Aumentate il consumo di acqua. Nessuna dieta depurativa può dirsi completa senza una buona purificazione a base "liquida". Oltre all'acqua in bottiglia potete puntare sulle tisane, soprattutto a base di ortica e rusco, dalle rinomate proprietà diuretiche e depurative per reni e fegato. Anche fare meditazione e yoga serve allo scopo: mens sana in corpore sano. E mantenersi olisticamente in perfetta armonia, aiuta ad affrontare meglio qualsiasi stress psico-fisico.

Inutile dire quanto sarebbe poi consigliato l'utilizzo dei probiotici in questo periodo! Aumentare le difese immunitarie, anche in vista delle parainfluenze e dell'influenza vera e propria, è un modo in più per rendere il nostro fisico resistente agli attacchi degli agenti esterni. Tanto più che mantenere la flora batterica intestinale ad uno stato ottimale, aiuta anche a non patire troppo il classico ingrassamento della cute, tipico dell'autunno.

Ultimo consiglio, ma non per importanza. Usate cosmetici organici per la detersione e il trucco. Anche attraverso la pelle possiamo assorbire sostanze che appesantiscono il nostro organismo e ci mettono i bastoni fra le ruote nel nostro percorso di depurazione. La cosmesi bio ci viene incontro, offrendoci prodotti naturali che lasciano respirare la pelle, senza rinunciare ai rituali quotidiani.

Foto | Pinterest

  • shares
  • Mail