Debutto a Pitti Immagine Uomo 81 per la collezione Daniele Alessandrini Grey, declinazione contemporanea e d’avanguardia dell’abbigliamento formale, con la quale lo stilista amplia gli orizzonti della sua originale interpretazione dell’estetica maschile.

Basata sugli elementi inconfondibili del suo stile, come lo studio attento dei fit, la ricerca nei materiali, la sperimentazione di lavorazioni e accostamenti cromatici unici ed innovativi, la collezione propone un’eleganza essenziale, moderna, libera da convenzioni stilistiche perché in costante evoluzione.

Le forme sono volutamente semplici e lineari, ma studiate con cura in ogni
dettaglio, per esaltare la figura maschile ed accompagnarla nei suoi movimenti. I tessuti sono preziosi perché naturali, lavorati con sapienza artigianale e trattati per risultare corposi ma, allo stesso tempo, leggeri. Prima fra tutti la lana, morbida e avvolgente, anche quando viene infeltrita per donarle un aspetto decisamente vissuto.

I dettagli, infine, richiamano la tradizione sartoriale italiana, fatta di genio
creativo e materie eccellenti, che rivive anche nella palette cromatica con
sfumature calde e vibranti, dal verde al cammello, unite ai toni più accesi
del bordeaux. Capo icona è la giacca in lana doppiata con motivo check, nelle tonalità del vinaccia, e toppe in pelle tinta al vegetale. Il fit è pulito, confortevole, ma sono i particolari a renderla unica. I bottoni sono in corno, l’interno è composto da pannelli in lana, mixati seguendo originali giochi cromatici e impreziositi da inediti profili a contrasto.

Daniele Alessandrini Grey FW 12 001.jpg

LINK UTILI

L’uomo di Daniele Alessandrini sfila a Milano e si tinge di “colore”

Pitti Uomo 80: il maschile “a colori” di Daniele Alessandrini

L’evoluzione dell’eleganza di Daniele Alessandrini sfila a Milano Moda Uomo

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Attualità Leggi tutto